Femminismo

Femminismo

3 Febbraio Feb 2018 1356 03 febbraio 2018

Spice Girls: il ritorno della band che inventò il Girl Power

Le voci sono diventate ufficiali: le cinque ragazze degli Anni '90 torneranno insieme. E chissà se porteranno sul palco ancora messaggi femministi, come hanno fatto da Wannabe in poi. Cantando libertà e sorellanza.

  • ...
Spice Girls

Hanno tutte più di 40 anni, ma basta rivederle unite per capire che insieme possono essere ancora quelle di sempre. La notizia che circola da mesi e mesi è finalmente ufficiale: le Spice Girls sono pronte a tornare insieme, oltre 20 anni dopo Wannabe, in vista di nuovi «progetti di lavoro».
La conferma è arrivata dopo la diffusione su Instagram di una foto di gruppo scattata il 2 febbraio da Victoria Beckham, Geri Horner, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm. E che ha fatto il giro del mondo in poche ore. La loro storica agente Jo Milloy ha confermato le indiiscrezioni ai media britannici: «Abbiamo avuto un pomeriggio meraviglioso... e ci sembra sia arrivato il momento giusto per esplorare nuove opportunità insieme».

IL GIRL POWER...

Quando pensi alle Spice, e sei una ragazza nata tra gli Anni '80 e '90 pensi inevitalmente a certe cose: le zeppe Fornarina, i capelli frisè, le meches, la pancia scoperta. E il Girl Power: il filo conduttore delle loro canzoni, del loro spirito, dei loro messaggi.
Erano forti, determinate, vivaci, indipendenti, sfacciate. Quello che portavano con loro era un femminismo leggero, allegro, che si insinuava nella vita delle ragazze degli Anni '90 senza che loro quasi se ne accorgessero.

LA SORELLANZA E IL SESSO SICURO

A partire dal 4 novembre 1996, giorno in cui viene pubblicato il loro primo album - Spice - un successo senza precedenti, diventato il disco dalle vendite più veloci dai tempi dei Beatles, il concetto di Girl Power ha iniziato a condizionare ilo loro pubblico femminile di milioni di ragazze. Come ci riusciva? Quel concetto riassumeva con disinvolutura e spontaneità tutto il femminismo che c'era nei loro brani: l'importanza di essere se stesse, l'amicizia e la sorellanza femminile, il sesso sicuro. Messaggi tutt'altro che scontati alla fine degli Anni '90, quando dobbiamo pensare quanto fosse raro sentire un discorso women power sul palco dei Golden Globe o in una performance di Beyoncé o Rihanna.
Durante un collegamento radiofonico, le Spice spiegarono cosa fosse il girl power. Mel B disse: «Non abbiamo bisogno che gli uomini controllino la nostra vita. Ce la controlliamo tranquillamente da sole». Mentre per Victoria significava «Essere te stessa, fare ciò che vuoi e far amicizia con altre ragazze».

If you wanna be my lover, you gotta get with my friends,
Make it last forever friendship never ends,
If you wanna be my lover, you have got to give,
Taking is too easy, but that's the way it is.

Wannabe

COSA ABBIAMO IMPARATO DA LORO

«Ti dirò ciò che voglio, ciò che voglio davvero», cantava la loro Wannabe, vero inno del Girl Power. Se vuoi essere il mio ragazzo, devi andare d’'accordo con i miei amici, davi far sì che duri per sempre, l’'amicizia non muore mai, se vuoi essere il mio ragazzo, devi darmi molto prendere è troppo facile, ma è così che funziona».
«Il Girl Power esprime il femminismo degli Anni '90», scriveva il gruppo nella sua biografia. E i messaggi che cantavano erano libertà, uguaglianza e indipendenza. Si divertivano, e non temevano il giudizio degli altri: per loro essere quello che volevano essere era la conquista più importante.
E noi ragazze cosa abbiamo imparato da loro, tra un balletto e un altro? A voler essere forti, libere. Abbiamo iniziato a non desiderare più di essere delle bamboline graziose, delle principesse da proteggere, ma delle donne che vogliono prendere in mano la propria vita e lottare per ciò che vogliono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso