5 Dicembre Dic 2017 1218 05 dicembre 2017

Le principesse sono il simbolo del rinascimento Disney

La prima è stata Biancaneve nel 1934, alla quale sono seguite Cenerentola e Aurora. Poi lo stop con la morte di Walt Disney. Ma nel 1989 qualcosa è cambiato.

  • ...
Principesse Disney

Quando, nel 1927, gli dissero che il suo roditore non avrebbe mai avuto successo, perché sul grande schermo avrebbe spaventato le donne, Walt Disney fece una cosa molto semplice: li ignorò. Aveva appena 26 anni, all'epoca, ma già decine di esperienze alle spalle. Molte delle quali finite con un nulla di fatto, se non addirittura come veri e propri insuccessi. Ma Walt ci credeva in quel suo Mickey Mouse. E aveva ragione, eccome: sul successo di Steamboat Willie, il primo corto sonoro con protagonista Topolino, ha costruito quella che nei decenni a venire sarebbe diventata il più grande studio di animazione al mondo, nonché una delle multinazionali più potenti e influenti di sempre. All'inizio Walt Disney realizzava solo cortometraggi, con i quali però non riusciva a fare il salto di qualità che desiderava. Le cose cambiarono nel 1934, quando propose ai suoi collaboratori di realizzare un'impresa che tutti bollarono fin da subito come una follia. La realizzazione di un lungometraggio animato: Biancaneve e i sette nani. Costò uno sproposito, ma incassò molto più di qualsiasi altro film uscito nel 1938. Non solo: di fatto, diede il via al filone di quelle principesse che da decenni popolano l'immaginario di milioni e milioni di spettatori e spettatrici.

ABBANDONATE E RITROVATE

Nel 2016 si contano 11 principesse Disney. Solo tre di queste, però, nacquero sotto l'egida di Walt Disney in persona: oltre a Biancaneve, Cenerentola e Aurora de La bella addormentata nel bosco. Walt, infatti, morì nel 1966, ad appena 65 anni di età. Nei vent'anni successivi, la Disney attraversò una lenta fase di decadenza in termini di riuscita artistica e successo commerciale. Non è un caso, forse, che in quello stesso periodo nessun film aveva una principessa al centro della trama. Le cose cambiarono nel 1989, anno d'uscita de La Sirenetta e convenzionalmente riconosciuta come la data d'inizio di quel Rinascimento Disney che, oltre a riportare al successo gli studios, ha consolidato il filone delle Principesse facendone un pilastro indispensabile per il successo. Per omaggiare Walt Disney, che aveva intuito le loro potenzialità artistiche e commerciali con mezzo secolo d'anticipo, le ricordiamo tutte in questa gallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso