Giudici X Factor

X Factor

17 Novembre Nov 2017 1632 17 novembre 2017

X Factor 11, Camille Cabaltera eliminata: «Faccio il tifo per Rita»

Il popolo dei social è unanime nel suo giudizio: non meritava di uscire. Ma lei è serena: «Se mi fossi salvata mi sarei sentita uno schifo». L'intervista.

  • ...
Camille Cabaltera

Camille Cabaltera non doveva uscire. Il popolo dei social è unanime nel suo giudizio. La ragazza di Pistoia, quella entrata a X Factor come la più timida delle concorrenti e cresciuta per talento e personalità di live in live, meritava la chance di cantare il suo inedito in prima serata. La sua Bang Bang ha spaccato. Meglio lei di Gabriele e persino di Rita, che comincia a far vacillare la fiducia che in lei avevano risposto giudici e pubblico. Eppure, a presentarsi per l'intervista di turno all'eliminato della settimana, in una tarda mattina di un venerdì 17, è Camille.

IL TIFO PER RITA

Non ha perso il sorriso e l'allegria. Anzi, sembra quasi sollevata. Sollevata di non aver dovuto fare i conti con una salvezza che avrebbe potuto significare l'eliminazione di Rita, per cui fa il tifo. Anche perché è l'unica rimasta in gara nella squadra di Levante. Camille ha appena compiuto 18 anni e ha pagato non certo una mancanza di talento. Piuttosto, secondo i giudici, per la musica che fa lei in Italia non c'è spazio, a meno che non arrivi da oltre Oceano. Però il suo percorso l'ha fatto, il pubblico l'ha sentita, l'inedito già portato alle audition è pronto e magari sarà comunque pubblicato. Quel che è certo è che Camille ha la faccia e il sorriso di una che ha appena cominciato a divertirsi, e non ha alcuna intenzione di smettere.

DOMANDA: Sei uscita da X Factor diversa anche nel look. Che bilancio fai del tuo percorso?
RISPOSTA:
Sono cresciuta, e non solo da ragazzina a donna, come avete visto, ma penso anche musicalmente. Ho visto la strada che voglio percorrere, o meglio, Levante l'ha vista per me, e sono contenta di tutto ciò.

D: Quindi sei d'accordo con le sue assegnazioni?
R:
Sì, con tutte. So che è stata tanto criticata, ma è successo a tutti i giudici. Diciamo la verità: assegnare un brano a qualcuno è difficile, ma penso che la cosa più importante che ha fatto Levante sia stata preoccuparsi che a noi piacesse il brano.

D: In settimana si è parlato molto della svolta sexy che ti hanno cucito intorno. Come ti trovi in questi panni che forse all'inizio non erano i tuoi?
R:
Ora sono un po' anche i miei panni, ma solo sul palco. Se fuori mi mettete davanti un microfono e una telecamera e mi chiedete di dire «sexy» (lo pronuncia a denti stretti, ndr), ancora divento rossa.

D: Fedez su Twitter si è espresso contro la tua eliminazione e ti ha invitato a proseguire nel tuo sogno. Cosa ne pensi?
R:
L'avrei fatto comunque Ovviamente ne sono contenta, ora so qual è la sua vera opinione e lo ringrazio. Mi fa piacere vedere che sia dispiaciuto dalla mia eliminazione, ora non vedo l'ora di fare il mio percorso fuori.

D: Cosa hai provato quando hai visto che rischiavi di uscire e con te c'era la tua compagna di squadra Rita?
R:
Sinceramente mi aspettavo di andare in ballottaggio. Con Samuel e Lorenzo era difficile. Che ci andasse Rita no. Mi sentivo già malissimo: perché proprio due Under donne? E menomale che non era la puntata con la doppia eliminazione, mi sarebbe dispiaciuto troppo per Levante. Lei merita di arrivare fino in fondo come giudice.

D: Poi si è aggiunto Gabriele.
R:
Sì, e a quel punto ho pensato proprio che mi trovavo in mezzo a un gioco che non mi piaceva. Ma allo stesso tempo mi sono detta che sarei stata più contenta di uscire io, se mi fossi salvata mi sarei sentita uno schifo. Infatti ora sono contenta. Ora invece di vedermi in tivù mi incontrerete di persona, mentre cammino per strada.

D: Il pubblico non ha gradito per nulla la tua eliminazione. Per quasi tutti non meritavi di essere tra i tre peggiori e al ballottaggio la tua performance è stata la migliore.
R:
Non saprei, non volevo paragonare la mia esibizione a quella degli altri. Sono andata lì non pensando tanto alla gara ma pensando solo a fare bene, e questo credo mi abbia dato più forza. Posso solo dire che la mia manche era veramente tosta, sappiamo tutti che Lorenzo e Samuel sono i più forti di questa edizione.

D: Levante ha accusato Manuel Angelli e Mara Maionchi di averti eliminata per strategia, perché ti temevano troppo. Lo pensi anche tu?
R:
Sul momento non ho pensato a una strategia, me l'hanno detto gli altri dopo. Io credo solo che possano aver visto che Gabriele era più preoccupato di me, ci teneva di più ad andare avanti. Anche perché lui ha aspettato un anno per essere qua, uscire prima degli inediti sarebbe stato peggio. Mentre aspettavamo per la pubblicità gli ho detto: «Tranquillo, me ne vado io».

D: Tu invece hai provato direttamente X Factor o hai pensato anche ad altri talent?
R:
In realtà X Factor è arrivato per caso, ho fatto i pre-casting senza aspettarmi nulla. Poi ho iniziato a prenderla sul serio, a vederla come un'opportunità da vivere. E alla fine è stato vero, perché qui ho trovato il mio percorso, e sono contenta già di questo. Volevo andare ai live, volevo salire sul palco per sapere se è veramente questo che voglio fare.

D: E che risposta ti sei data?
R:
Mi sono divertita un sacco. E voglio continuare.

D: Di solito ai concorrenti che escono si chiede chi vincerà secondo loro. Tu l'hai detto ieri: Rita. Lo pensi anche ora, dopo aver sentito i giudici dire che ieri sarebbe dovuta uscire lei?
R:
Sì, l'avrei detto comunque. Se devo essere sincera non sono una fan della musica italiana di 30, 40 anni fa, il mio genere è un altro, eppure lei riesce a farmi ricantare in testa quei brani. Mi emoziona sempre, come dice Levante.

D: E ora che ne sarà del tuo inedito?
R:
Era pronto, dovrei chiedere a loro se lo faranno uscire comunque. È il brano che ho portato alle audition e vorrei farlo sentire di nuovo perché è una figata assurda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso