17 Ottobre Ott 2017 1706 17 ottobre 2017

Molestie sessuali: parlano Jennifer Lawrence e Reese Witherspoon

Durante l'annuale Women in Hollywood Awards di ELLE, le due attrici hanno condiviso le loro storie di abusi nel mondo del cinema. 

  • ...
Jennifer Lawrence

Lo scandalo Weinstein, che ormai si potremmo ribattizzare come il-caso-per-cui-la-gente-si-è-accorta- che-le-molestie-sessuali-esistono-ancora, non ha mancato di toccare anche una delle serate di glamour e luccichii che tanto piacciono a Hollywood. L’annuale Women in Hollywood Awards, organizzato dalla rivista ELLE ormai da 24 anni per premiare le donne che più si stanno distinguendo, o stanno per farlo, all’interno dell’industria, non poteva non affrontare il tema che da dieci giorni sta infuocando l’opinione pubblica mondiale. Nel corso dell’evento, oltre i riconoscimenti e i sorrisi, ci sono stati anche alcuni seri momenti di riflessione. Fra le altre, Reesee Witherspoon e Jennifer Lawrence si sono esposte in prima persona sulla questione delle molestie sessuali e delle pressioni psicologiche nel settore, parlando delle loro esperienze.

JENNIFER LAWRENCE E LE PRESSIONI PER PERDERE PESO

Durante il suo intervento, l'attrice di Hunger Games ha ricordato una delle sue prime esperienze di casting, quando ancora non era un premio Oscar e una star osannata a livello mondiale. Quando ancora, come spiega lei stessa, pensava di dover accettare certe situazioni per non sembrare «una di quelle difficili». Jennifer Lawrence ha raccontato di come, per ottenere una parte, le fu intimato di perdere 6 chili in due settimane. «Una ragazza prima di me era già stata licenziata perché non era dimagrita abbastanza per la parte», ha spiegato. Per poi proseguire: «Mi fecero mettere in fila con altre cinque ragazze, molto più magre di me. Eravamo tutte nude, tranne per dei cerotti che coprivano le nostre parti intime. Dopo quel momento così umiliante, mi dissero che avrei dovuto usare le foto delle altre come ispirazione della mia dieta». Quando Jennifer Lawrence fece notare la difficoltà delle richieste che le erano state fatte, uno dei produttori le disse che non capiva perché tutti pensassero che lei fosse «così grassa», quando invece era «perfettamente scopabile».

REESE WITHERSPOON E LE MOLESTIE A 16 ANNI

Reese Witherspoon è stata chiamata, durante il Women in Hollywood Awards, a presentare e premiare Laura Dern, che ha recitato al suo fianco nell'apprezzato Big Little Lies, serie di cui, per altro, la Witherspoon è stata anche produttrice. Prima di introdurre la collega, l'attrice de La rivicinta delle bionde ha voluto condividere con i presenti il ricordo della propria esperienza. Segnata, a sua volta, da abusi sessuali. «Provo grande disgusto per il regista che mi ha molestato quando avevo 16 anni. E rabbia per gli agenti e produttori che mi fecero credere che il mio silenzio era necessario per ottenere il lavoro». Reese Witherspoon ha confessato poi che non si trattava di un caso isolato: «Vorrei poter dire che fu la prima e unica volta, ma non è stato così. Ho avuto diverse esperienze simili. Non ne parlo spesso, ma dopo aver sentito le testimonianze di così tante donne, ho voluto denunciare ad alta voce tutte quelle cose che ci dicono di nascondere sotto un tappeto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso