13 Ottobre Ott 2017 1019 13 ottobre 2017

Femminismo, Pink torna con un nuovo album: Beautiful Trauma

Dopo cinque anni di attesa, il 13 ottobre 2017 esce il settimo disco di una cantante vicina alle donne. Per davvero. 

  • ...
Pink nuovo album

Nel 2001 era salita in cima alle classifiche con Get the party started. Un brano che, come si capisce dal titolo, era pensato per far ballare e divertire le persone. Così Pink, 16 anni fa, esordì con un pezzo smaccatamente pop, per poi far cambiare idea a tutti con Try This! terzo album dalle sonorità decisamente più rock. Un' inversione di rotta con cui mise in chiaro le cose: a lei le etichette non piacciono. Ed è quello che la cantante di Who Knew ha continuato a dimostrare per tutta la sua discografia, che il 13 ottobre si arricchisce con l'uscita di Beautiful Trauma, sua settima fatica, arrivata a distanza di ben cinque anni da The Truth About Love. Una carriera che ha alteranto look più aggressivi, il capello corto, biondo platino è un suo marchio di fabbrica, a ballate romantiche e vestiti vaporosi. Mentre una cosa, però, rimaneva costante: il femminismo e i messaggi a favore dell'emancipazione delle donne. Una battaglia condotta non solo a parole, ma soprattutto a fatti.

IL MESSAGGIO DI STUPID GIRL

«What happened to the dream of a girl president?», cantava in uno dei suoi singoli più famosi, Stupid Girl. Nel 2006 Pink si dichiarò femminista quando pochissime star avevano osato farlo, anticipando le altre di circa dieci anni. Per farlo scrisse questa canzone, che sottolineava le pressioni mediatiche ed estetiche a cui le ragazze sono sottoposte continuamente, promuovendo un modello femminile lontano dagli stereotipi di genere. Nel video c'erano chiari riferimenti a celebrità del tempo, tra cui Paris Hilton, Jessica Simpson, Nicole Ritchie, e la condanna all'immagine che promuovevano. Il senso era semplice: donne, potete essere molto più di quello che vi fanno credere e vedere.

FEMMINISMO È SOLIDARIETÀ FRA COLLEGHE

Siamo ormai abituati a drammi e lotte intestine fra celebrità. Demy Lovato contro Selenza Gomez, Taylor Swift contro Kim Kardashian, Katy Perry e praticamente tutti. Scaramucce nate di solito per questioni futili, e ingigantite per amore di notizia e prima pagina. La Swift, sui litigi con i suoi rivali, ci ha fatto anche un album, Reputation. Il bello di Pink è che mentre tutte le altre si proclamano femministe e poi si lanciano coltelli e frecciatine, lei ha fatto della solidarietà fra donne una cosa vera. Durante la registrazione, quasi 10 anni fa, di Lady Marmelade, si era sparsa la voce che fra lei e Christina Aguilera fosse in corso una rottura e che le due avessero tagliato i ponti per delle incomprensioni nel dietro le quinte. Un'ascia di guerra che Pink ha sotteratto volentieri in occasione della loro partecipazione a The Voice, dichirando che tutti i drammi del passato erano, appunto, passati.

ADDIO, BODY SHAMER

Dopo un evento nel 2015, in cui Pink sembrava avere qualche chilo più del solito, su Internet molte persone avevano fatto riferimento al suo peso e alle foto che la mostravano ingrassata. La voce di So What non si fece certo intimidire, e mise subito a tacere la folla degli hater. In una nota postata su Twitter dichiarò candidamente che le curve che vedevano erano merito di una vita che la rendeva assolutamente appagata e felice. E che lei si vedeva più bella che mai.

MAMMA CHE NON SI NASCONDE

Da femminista e madre di due bambini, Pink ha sempre mostrato di saper conciliare immagine pubblica e privata, condividendo con i propri fan le goiei e i dolori della maternità. Soprattutto, non ha mai nascosto anche i lati più 'quotidiani' dell'avere due figli piccoli. E l'allattamento è uno di questi. Spesso ha pubblicato scatti che la ritraevano durante l'allattamento o mentre prepara i biberon dietro le quinte di un concerto. Considerando che sui social network i capezzoli femminili sono ancora messi al bando, e che nei luoghi pubblici le donne con neonati al seno vengono spesso cacciate, una pop star così non può che fare bene.

IL DISCORSO ALLA FIGLIA

Il 28 agosto 2017, durante la cerimonia di premiazione degli Mtv Video Music Award, Pink ha pronunciato un commovente discorso dedicato alla figlia, e al modo in cui si vede a soli sei anni. Dopo aver ritirato il Michael Jackson Video Vanguard Award ha raccontato che la bambina le ha confessato, una mattina mentre andavano a scuola, di vedersi brutta. Di sembrare «un ragazzo con i capelli lunghi». Così, sul palco, le ha risposto con queste parole: «Piccola mia, noi non cambiamo. Prendiamo la sabbia e la conchiglia e creiamo una perla. E aiutiamo le altre persone a cambiare così che vedano più tipi di bellezza. E tu, piccola mia, sei bellissima. E io ti voglio un bene dell’anima».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso