Grande Fratello Vip 2017

Grande Fratello Vip

2 Ottobre Ott 2017 1351 02 ottobre 2017

Bestemmie in diretta tv: i casi più celebri nei reality

Dopo una frase offensiva di Marco Predolin, pronunciata nella casa del Grande Fratello Vip 2017, si torna a discutere sui live show.

  • ...
Marco Predolin

Era il 1984 e durante la trasmissione Blitz condotta da Gianni Minà, Leopoldo Mastelloni si lasciò sfuggire una bestemmia in prima serata. Una licenza non poetica che l’Italia non era ancora abituata a sentire sul piccolo schermo e che costò a Mastelloni l’allontanamento dalla Rai per circa un decennio. E se questo episodio di oltre 30 anni fa sembra preistoria televisiva, le imprecazioni da reality, e non solo, sono rimaste però attualissime. Ultima in ordine di tempo l’infelice, ennesima, uscita di Marco Predolin nella casa del Grande Fratello Vip. Il concorrente nella puntata di lunedì 2 ottobre è chiamato a rispondere delle accuse che gli muovono gli spettatori sui social. Probabilmente, il rischio è quello dell’espulsione. Come toccò, prima di lui, a moltissimi altri.

MASSIMO CECCHERINI E L'ISOLA DEI FAMOSI

Uno degli episodi più famosi, anzi infami, è sicuramente quello di Massimo Ceccherini durante la sua partecipazione all'Isola dei Famosi. Era il 2006 e il programma era ancora made in Rai. La conduttrice, ovviamente, Simona Ventura. L'attore toscano, dopo aver discusso animatamente per alcune prove sostenute dai concorrenti, si lasciò sfuggire due parole di troppo, non accorgendosi di avere ancora il microfono aperto. Sul momento, nessun commento dalla padrona di casa, che però dopo aver annunciato in fretta e furia la pubblicità dovette annunciare la squalifica. E se la produzione e il canale spiegarono la propria scelta ricordando che il primo da tutelare è lo spettatore, l'osservazione più intelligente la fece Marina Occhiena, anche lei fra i naufraghi insieme a Ceccherini: «Perché, quando ti hanno chiamato non lo sapevano che bestemmi ogni tre minuti?».

IL 'BAFFO' E LA FATTORIA

Dal mare alla campagna, le cose non cambiano. Due anni prima di Ceccherini, un altro famoso aveva dovuto fare i conti con la mannaia della pubblica condanna. La vittima, quella volta, fu Roberto Da Crema, detto Il Baffo, durante il reality show La Fattoria. A dover gestire la situazione fu Daria Bignardi, incalzata da un'agguerita Alba Parietti, ospite in studio. Anche qui i commenti ufficiali dell'emittente e di Endemol furono durissimi, ma consapevoli che quando si vuole dare spettacolo con la realtà, l'altro lato della medaglia è sempre in agguato.

VARI ED EVENTUALI E IL GRANDE FRATELLO

Fra tutti i programmi che più hanno dovuto fare i conti con concorrenti riottosi e bestemmie in diretta, nessuno può competere con il Grande Fratello. Vip e non. Quella di Marco Predolin, infatti, è solo l'ultima di una lunga serie. Il copione , ovviamente, è sempre stato lo stesso. Con qualche variazione sul tema: l'imprecazione a volte è arrivata in diretta, altre durante la settimana. In entrambi i casi difficile sfuggire ai microfoni delle telecamere e alle orecchie del pubblico. A seguire, sempre, critiche sui giornali, in Rete e negli studi televisivi. Tra i colpevoli, invariabilmente cacciati dalla casa, ricordiamo: Mirko Sozio, Massimo Scattarella, Guido Genovesi, Caterina Siviero e Matteo Casnici.

NON SEMPRE È COLPA DEI REALITY

Capita anche che il fattaccio non avvenga in diretta, ma una svista in fase di montaggio lo faccia finire comunque sotto gli occhi di tutti. Come accadde, nel 2016, durante L'anno che verrà il programma di Amadeus che accompagnava il conto alla rovescia verso la mezzanotte. Nei messaggi in sovrimpressione, inviati dal pubblico, apparve una bestemmia che divenne subito un caso nazionale. Quella volta, a essere sospeso, fu il dipendente Rai che doveva occuparsi di leggere gli SMS in arrivo. Una scelta discutibile, che il conduttore commentò così: «Per uno stupido, un uomo onesto rischia il posto del lavoro». Una cosa simili era successa in una puntata di Uno Mattina in Famiglia, quando un'uscita poco felice di Tiberio Timperi non fu censurata per tempo. Insomma, che si tratti di reality show o innocui varietà famigliari, il rischio improperi è sempre in agguato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso