16 Aprile Apr 2018 1146 16 aprile 2018

Chi è Nila Ermey, la moglie di Ronald Lee Ermey

È morto a 74 anni il celebre sergente Hartman di Full Metal Jacket. Sua moglie si chiama Nila Ermey. Si erano conosciuti nelle Filippine.

  • ...
Ronald Lee Ermey Moglie Nila

È morto a 74 anni R. Lee Ermey, lo storico sergente istruttore Hartman del capolavoro di Stanley Kubrick Full Metal Jacket. L'attore, autentico marine, è deceduto in data 15 aprile a causa delle complicazioni di una polmonite. Il ruolo del sergente Hartman gli aprì una volta per tutte le porte del mondo dello spettacolo, facendo di lui un'icona immortale grazie soprattutto alle celebri sfuriate in cui riempiva di insulti i marines e soprattutto il soldato Palla di lardo. Nella vita privata, R. Lee Ermey era legato alla moglie Nila Ermey.

GALEOTTE FURONO LE FILIPPINE

Secondo quanto riportato da un articolo dell'Inquisitr, i due si erano conosciuti negli Anni '70 nelle Filippine. Ermey arrivò lì dopo l'esperienza nella guerra del Vietnam e l'esenzione per ragioni mediche, e il tentativo di aprire in quel di Okinawa «un bar fatiscente e un bordello» che però attirarono l'attenzione delle località locali e lo costrinsero a fuggire appunto nelle Filippine. Lì incontro Nila, e nel 1975 si sposarono.

UNA MOGLIE DEUS EX MACHINA

E pare che fu proprio Nila a fargli scoprire la sua vocazione cinematografica. Prima di essere assunto come consulente da Francis Ford Coppola per Apocalypse Now, infatti, Ermey prese parte a una serie di misconosciuti film filippini. Fu quello il punto di partenza di una carriera che l'avrebbe trasformato nell'archetipo immortale del sergente dei marines.

LA SIGNORA GUNNY

La moglie Nila ha sempre sostenuto Ermey nella sua carriera. Insieme hanno avuto quattro figli, e la donna si è sempre tenuta lontana dai riflettori. Ciò che sappiamo di lei, ben poco in realtà, lo dobbiamo proprio a R. Lee, che di tanto in tanto ha fatto qualche accenno a lei nel corso di alcune interviste. Con molta ironia, era solito soprannominarla «signora Gunny»: citazione, se vogliamo, di un altro 'sergente cattivo' del cinema, l'indimenticabile Gunny di Clint Eastwood.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso