Elezioni 2018

Elezioni 2018

28 Febbraio Feb 2018 1826 28 febbraio 2018 Aggiornato il 01 marzo 2018

Chi è Nathalie Tocci, possibile ministra degli Esteri del M5S

La direttrice dell'Istituto affari internazionali era nella rosa di nomi per un posto (ipotetico) alla Farnesina. Ma nella lista ufficiale non c'è.

  • ...
Nathalie Tocci lista Ministri 5 Stelle

La lista dei ministri del Movimento 5 Stelle è chiusa: Luigi Di Maio ha presentato ufficialmente il documento finale. Ci sono Pasquale Tridico come ministro del Welfare, Giuseppe Conte come ministro della deburocratizzazione e la meritocrazia e Alessandra Pesce come ministra dell’Agricoltura. In un primo momento anche Nathalie Tocci, direttrice dell'Istituto affari internazionali, era in lizza per un posto come Ministro degli Esteri ma, alla fine, il Movimento 5 Stelle ha preferito scegliere Emanuela Del Re. Sicuramente non è una questione di curriculum visto che la Tocci è anche special adviser dell’Alto rappresentante Federica Mogherini sulla nuova strategia di politica estera dell’Unione europea. Ma non è finita qua: alle spalle ha una lunga e ricca carriera accademica. Conosciamola meglio.

Nome completo: Nathalie Tocci.

Nata a: Roma.

Nata il: 7 marzo 1977.

Professione: politologa, direttrice dell'Istituto affari internazionali e consigliere dell'European Council on Foreign Relations.

Laurea: in Scienze politiche nel 1998, conseguita allo University college di Oxfrord.

Master: ottenuto alla London School of Economics con una tesi sulla politica economica della Turchia.

Dottorato: in relazioni internazionali, ottenuto sempre alla London School of Economics, nel 2003, con una ricerca sulla questione di Cipro nel periodo 1988-2002 e le dinamiche connesse tra l'accesso all'Unione europea e la risoluzione dei conflitti.

Vita professionale: Nathalie Tocci ha lavorato per il Robert Schuman Centre for Advanced Studies dello European University Institute, per il Centre for European Policy Studies di Bruxelles e per la Transatlantic Academy di Washington. Nel 2006 è diventata direttrice della ricerca per la politica estera europea allo Iai.

Cosa pensa delle voci che sono circolate su un ipotetico posto come Ministro degli Esteri per il Movimento 5 Stelle: «Mentre ero a New York mi sono giunte chiacchiere riguardo un mio ruolo in un eventuale governo M5S di cui non so nulla. A me risulta che le elezioni siano il 4 marzo (mi sono persa qualcosa?) e che la formazione di un governo segue e non precede il voto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso