23 Febbraio Feb 2018 1314 23 febbraio 2018

Chi è Mary Lou McDonald, la nuova leader del Sinn Féin

Ha 48 anni, è di Dublino ed è stata eletta Presidente del partito politico indipendentista irlandese.

  • ...
Mary Lou Mcdonald Sinn Fein

Giacca verde, sguardo fiero e sorriso di chi sa di aver fatto, in un certo senso, la storia del suo partito. Mary Lou McDonald è la nuova presidente del Sinn Féin, il partito indipendentista irlandese e dal 10 febbraio 2018 ha preso il posto di Gerry Adams, leader storico (è stato in carica per 35 anni) e braccio politico dell'Irish republican army, l'organizzazione paramilitare che lotta per l'unificazione dell'Eire, combattendo contro l''occupazione' del Regno Unito nell'Irlanda del Nord. La nuova leader è stata la vice di Adams (dal 2009) ma al contrario del suo predecessore, la McDonald non ha niente a che fare con l'Ira: un vero e proprio cambio di passo voluto dal partito, probabilmente per continuare il processo di distensione verso Londra, anche se l'indipendenza e l'Irlanda unita rimane l'obiettivo principale dell'organizzazione politica.

IL CAMBIO DI PASSO

Oltre a non frequentare determinati ambienti, come faceva Adams, Mary Lou McDonald è nata e cresciuta a Dublino, la capitale della Repubblica irlandese, mentre l'ex presidente è originario di Belfast, la capitale dell'Irlanda del Nord. Ma ci sono anche altre differenze: il profilo della nuova leader è più istituzionale, visto che ha rappresentato Sinn Féin sia al Parlamento irlandese, sia al Parlamento europeo. Senza contare l'istruzione accademica. La nuova Presidente è stata al Trinity College di Dublino, all'Università di Limerick e alla Dublin City University, studiando letteratura inglese, integrazione europea e gestione delle risorse umane. Dal punto di vista lavorativo, invece, è stata consulente per l'Irish Productivity Center e ricercatrice per l'Institute of European Affairs.

LE COSE CHE (FORSE) NON SAPETE SU MARY LOU MCDONALD

Le differenze con Adams non sono le sue uniche della McDonald. Ci sono anche altri aspetti molto particolari. Ad esempio, non parla il gaelico, la lingua irlandese, e i suoi compatrioti non l'anno presa proprio benissimo. Ma è un problema che si può risolvere: basta attivare il portavoce del partito che, come è giù successo in interviste e conferenze stampa, risponde al posto della leader. Altra (simpatica) curiosità riguarda il passato della politica: prima di iscriversi al Sinn Féin, ha fatto parte del Fianna Fail, il partito repubblicano irlandese, fino al 1998.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso