30 Novembre Nov 2017 1953 30 novembre 2017

Chi è Cori Gauff, la tennista erede di Serena Williams

Ha appena 13 anni, ma il mondo del tennis già impazzisce per lei. A meno di un cambio di regole, però, per dispiegare il proprio potenziale dovrà attendere il compimento del 18esimo anno di età.

  • ...
Cory Gauff Tennis

Coco non è solo il titolo dell'ultimo film Pixar, ma anche il soprannome della 13enne Cori Gauff, giovanissima tennista che sta attirando l'attenzione di tutti gli addetti ai lavori e viene già vista come l'erede di Serena Williams. Ipotesi azzardate e un po' precoci, forse, considerata l'età. Ma non sarebbe certo il primo caso di un talento con la racchetta sbocciato in giovanissima età: Martina Hingis aveva 12 anni e mezzo quando vinse la versione junior del Roland Garros; Jennifer Capriati, invece, 13. Cori Gauff non ce l'ha fatta a vincere gli Us Open di settembre 2017, sconfitta in finale da Amanda Anisimova. Che aveva però l'indiscutibile vantaggio dei 16 anni di età.

OBIETTIVO SERENA WILLIAMS

Non deve essere un caso, dunque, se a seguirla da bordocampo c'è proprio l'allenatore di Serena Williams, che in questa ragazzina che già sfiora il metro e 70 d'altezza deve aver visto quella scintilla di talento purissimo che solo in pochi possiedono davvero. Oltre a una sana ambizione: «Soprattutto, voglio essere il meglio che posso e la più grande», ha detto alla Cnn, puntando a un'asticella che Serena Williams ha contribuito a piazzare piuttosto in alto negli ultimi anni.

LUNGHE STRADE PER PICCOLI TALENTI

Cori nel frattempo ha già iniziato a macinare dritti e rovesci e ad abituarsi al sapore della vittoria fin dall'età di dieci anni. Un anno dopo Patrick Mouratoglou, l'allenatore di Williams, la vide e la convinse a iscriversi nel suo campus per piccoli campioni. Da lì in poi, il ruolino di marcia di Cori Gauff fa impressione, e rassomiglia paurosamente a quello dei talenti che l'hanno preceduta: la già citata Jennifer Capriati, ma anche Monica Seles. La strada, però, è ancora lunga: tante sono le cose da imparare, anche di più le distrazioni sul percorso. La stessa Capriati, ad esempio, fece scalpore perché venne scovata a fumare crack e arrestata per taccheggio. Le conseguenze di quei gesti avranno delle ripercussioni anche sul percorso di Cori, che non potrà accedere liberamente ai tornei maggiori fino all'età di 18 anni, come vuole il regolamento.

UN CARATTERINO TUTTO PEPE

Cori, intanto, si fa le ossa e si prepara a sbranare le coetanee negli anni a venire. L'aggressività l'ha presa a modello proprio da Serena Williams. Ma deve ancora imparare a imbrigliarla, come lei stessa ha riconosciuto. Troppe volte, nei momenti cruciali, spegne il cervello e si scopre troppo, diventando facile bersaglio per le avversarie più pazienti e scaltre. Un difetto (anzi, un eccesso) caratteriale, che sta imparando a limare e levigare nel tempo. Nel frattempo, ha incontrato Serena, che l'ha invitata a non mollare: «Significa molto sapere che qualcuno così strabiliante incoraggia ancora i giocatori più giovani a essere bravi quanto lei o anche di più. E magari, un giorno, raggiungerò quel livello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso