6 Novembre Nov 2017 1144 06 novembre 2017

Elezioni Ostia 2017, chi sono Giuliana Di Pillo e Monica Picca

Una è candidata del Movimento 5 Stelle, l'altra del centrodestra. Sono le due donne che si sono aggiudicate il ballottaggio. Conosciamole meglio.

  • ...
Picca Di Pilla

Ostia va al ballottaggio, e ci va con due donne. Saranno Giuliana Di Pillo (Movimento 5 Stelle) e Monica Picca (centrodestra) a contendersi la poltrona nel X Municipio di Roma. Se la grillina è riuscita a conquistare la preferenza del 30,21% dei votanti, l'esponente del centrodestra è arrivata al 26,68%. I giochi, dunque, sembrano aperti. Anche perché, alle spalle delle due donne arrivate al ballottaggio, l'elettorato ha mostrato di essere largamente frammentato. Due i dati politici principali che emergono dalle urne: il tracollo del Partito Democratico, che con Athos De Luca si è fermato al 13,61%, e l'affermazione di Casapound, che arriva addirittura al 9,08%. A seguire, in ordine sparso, la Sinistra, le liste civiche e il Popolo della Famiglia. Tutto questo considerando un astensionismo che va oltre il 63%.
Pochi voti, ma quelli dovranno contendersi Giuliana Di Pillo e Monica Picca.

GIULIANA DI PILLO

E i toni della campagna elettorale continueranno a essere accesi fino all'ultimo. Basta andare sul profilo Facebook di Giuliana Di Pillo per rendersene conto: a urne aperte, nella mattinata di domenica 5 novembre la candidata grillina ha accusato la rivale di aver rotto il silenzio elettorale addirittura con un comunicato stampa.
Certo è che sembra difficile che Giuliana Di Pillo possa replicare i numeri con cui si affermò Virginia Raggi, visto che il Movimento 5 Stelle ha perso 19 mila voti rispetto ad allora. Le dichiarazioni di intenti dell'insegnante di sostegno, appassionata di pallacanestro e sport, in cui sbandierava la sua volontà di dare voce ai più deboli non ha fatto breccia nell'elettorato degli ostiensi. E dire che il Movimento, stando a quanto riportato da Affari italiani, aveva investito poco meno di 50 mila euro in campagna elettorale per assicurarsi l'elezione di Di Pillo. Essere la prima forza politica, al ballottaggio, potrebbe non bastare.

MONICA PICCA

Voce ai più deboli per Di Pillo, legalità e sicurezza per Monica Picca, la 46enne docente di lettere che ha portato la compagine del centrodestra al ballottaggio, con un investimento di 29 mila euro per la campagna elettorale. Picca, in un'intervista al Corriere della Sera, ha promesso di «fare». Cresciuta politicamente nelle fila di Fratelli d'Italia, in passato si è occupata del degrado degli edifici scolastici grazie alla delega alla scuola. La convergenza sul suo nome dei partiti più importanti del centrodestra è sembrata una sorta di prova generale per una ipotetica alleanza in vista delle prossime elezioni politiche. Se al ballottaggio Monica Picca dovesse sbaragliare la rivale grillina, toccherà poi a Berlusconi, Meloni e Salvini riflettere seriamente sul da farsi a livello nazionale.
Intanto Picca continua a ripetere il suo mantra del fare, della legalità e della sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso