Scandalo Weinstein

Scandalo Weinstein

11 Ottobre Ott 2017 1902 11 ottobre 2017

Chi è Georgina Chapman, la moglie di Harvey Weinstein

È la stilista del brand Marchesa, fino ad oggi molto amato dalle attrici. Lo scandalo sessuale che ha travolto il marito potrebbe cambiare le cose. Lei, intanto, lo lascia.

  • ...
Harvey Weinstein Moglie Georgina Chapman

«Azioni imperdonabili». Così Georgina Chapman ha definito gli abusi che suo marito Harvey Weinstein ha commesso contro numerose donne del mondo dello spettacolo nel corso di oltre 30 anni di carriera. Abusi, molestie, forse addirittura stupri, che l'hanno convinta, dopo dieci anni di matrimonio, a dire addio all'uomo che aveva sposato nel 2007. Lui produttore, lei stilista del brand Marchesa: uno portava le attrici sul red carpet (o nelle camere d'albergo), l'altra le vestiva con i suoi capi d'abbigliamento. Un sodalizio amoroso, ma anche di business, che prosperava in quel di Hollywood. E che è giunto, nel peggiore dei modi, a un brusco stop.

MODELLA, ATTRICE, STILISTA

Il mondo dello spettacolo, però, Georgina Chapman lo frequentava da ben prima di incontrare Harvey Weinstein. Bisogna risalire ai suoi esordi, quando la stilista inglese nata 1976, comincia a lavorare intorno alla metà degli Anni '90 prima come modella e poi come attrice per film e serie tivù. Non era quella la sua strada: nel frattempo portava avanti gli studi alla Wimbledon School of Art guardando alla sua vera passione: la moda. Dopo il diploma nel 2001, l'anno della svolta è il 2004: è in quel momento che fonda la propria casa di moda, insieme alla collega Keren Craig. La chiamano Marchesa, in onore di Luisa Casati, che fu ereditiera, musa e appassionata d'arte.

L'INCONTRO CON HARVEY WEINSTEIN

Ma il 2004 è anche l'anno in cui il suo destino si incrocia con quello di Harvey Weinstein, allora fresco di separazione dalla sua prima moglie Eve Chilton. Com'è andata tra Harvey e Georgina Chapman lo racconta molto bene un articolo di eonline.com. La prima cosa che spicca sono le parole con cui la stilista descrisse suo marito nel 2013 a Vogue: «Non avevo idea di chi fosse. Non è una persona che puoi ignorare o di cui sbarazzarti. È incredibilmente affascinante e carismatico, come se ti trascinasse». Parole che, dopo lo scandalo degli abusi, sembrano celare un inquietante significato nascosto. Ma allora, appunto, era il 2004. Molti a Hollywood sapevano; Georgina, chissà. Nel giro di tre anni la loro relazione si consolida, Weinstein e Chapman diventano la nuova, onnipresente power couple che presenzia a party, red carpet, prime assolute.

TRAVOLTI DALLO SCANDALO

Tre anni, e nel 2007 arriva il matrimonio. Sboccia l'amore, sboccia anche il successo di Marchesa: tutt'a un tratto, le attrici sui red carpet non indossano altro o quasi. Weinstein smentisce qualsiasi insinuazione: il brand va da solo, lui non sta muovendo un dito per spingere l'attività della moglie. La loro storia sembra andare altrettanto a gonfie vele: nel 2010 nasce la figlia India, nel 2013 il figlio Dashiell. È forse l'ultima nota davvero felice della loro relazione. Quattro anni dopo, nell'ottobre 2017, lo scandalo sessuale travolge Harvey e, di riflesso, Georgina. Giornaliste anonime vanno in giro a dire che nessuna attrice vorrà più indossare un abito Marchesa. Forse anche per questo, chi lo sa, la stilista decide che è ora di dire addio al suo Harvey: «Il mio cuore si spezza per tutte quelle donne che hanno sofferto un tremendo dolore a causa delle sue azioni imperdonabili [...]. Ho deciso di lasciare mio marito. La mia prima priorità è occuparmi dei miei bambini e stavolta chiedo privacy dai media».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso