31 Agosto Ago 2017 1950 31 agosto 2017

Non chiamatela 'figlia di'

Certo, il cognome Collins è ingombrante. Ma Lily ha preferito non seguire le orme del padre nel mondo della musica, puntando tutto su giornalismo (prima) e cinema (poi). Ecco alcune cose che (forse) non sapete di lei.

  • ...
Lily Collins

Prima la trilogia del Signore degli Anelli, poi la trilogia de Lo Hobbit: due delle saghe cinematografiche più apprezzate del terzo Millennio, ispirate ai libri di J. R. R. Tolkien. Con una grossa differenza: ogni film della prima serie era un riferimento a un solo libro della collana, mentre i tre film della seconda (durata complessiva: sette ore e 54 minuti) riguardano un unico romanzo di circa 350 pagine. Insomma, si è cercato di 'allungare il brodo' per una questione di business. Ma c'è di più: le avventure di Bilbo Beggins non saranno le ultime dell'universo dello scrittore britannico. Cari fan, purtroppo non si tratta dell'adattamento de Il Silmarillion ma di un biopic sulla vita dell'autore. E sono già usciti i primi nomi: Nicholas Hoult come possibile protagonista e Lily Collins, secondo quanto scrive The Hollywood Reporter, nel ruolo della moglie di Tolkien. Attenzione: Edith non è stata soltanto la sua compagna ma una vera propria musa. Ha pensato a lei quando ha creato le principesse elfiche dei suoi libri. A proposito, nel Signore degli Anelli, l'elfa Arwen è interpretata da Liv Tyler che con la Collins ha una cosa in comune: è figlia di un'icona della musica.

FIGLIA D'ARTE
Ebbene sì, suo padre è proprio Phil Collins, la leggenda dei Genesis. Ha scritto la storia del rock, incidendo ben 36 album in carriera con la band e come solista. Non solo: con le sue canzoni e il suo modo di suonare la batteria, ha influenzato migliaia di gruppi non soltanto degli Anni '70 e '80 ma anche quelli più moderni. Oltre alla musica, si è dedicato anche alla recitazione: tra i vari film che ha fatto, il ruolo più importante è stato l'ispettore Good in Hook, Capitan Uncino di Steven Spielberg.

PRIMA GIORNALISTA, POI ATTRICE
Probabilmente questa passione le è stata trasmessa ma non è stata di certo la sua unica aspirazione fin da piccola. Dopo aver partecipato a soli due anni alla serie della BBC Growing Pains, da adolescente si è data al giornalismo. Con risultati più che buoni: ha scritto su Seventeen, Teen Vogue, Los Angeles Times e ha avuto addirittura una rubrica, NY Confidential, su Elle Girl. Ma alla soglia dei 20 anni ha capito che scrivere non bastava: voleva qualcosa di più. E così è entrata nel mondo del cinema con The Blind Side (con Sandra Bullock) nel ruolo di Collins Tuohy.

L'ANORESSIA
Si sa, gli attori e le attrici cercano di mettere tutte le loro esperienze personali nelle parti che interpretano. E proprio dopo il suo ultimo film, Fino all'osso del 2017, la Collins non soltanto ha messo in scena parte della sua vita ma ha anche trovato il coraggio di parlare di un problema che l'ha segnata. Nella pellicola, infatti, è Ellen, una giovane artista affetta fin dall'adolescenza da una grave forma di anoressia. Anche Lily ha avuto disturbi alimentari ma è riuscita a parlarne soltanto al Sundance Film Festival, nel gennaio del 2017: «Questa è la prima volta che ne parlo, ma è davvero venuto il momento. Molte giovani donne ne soffrono e non deve esserci vergogna nel trattare questi argomenti. Il film invita a non rinnegare il passato e a capire che i disturbi di cui si soffre non definiscono chi sei ma riguardano solo le esperienze che hai fatto».

BEVERLY HILLS NEL CUORE
Sempre legata alla carriera da attrice c'è la presenza in una serie televisiva piuttosto nota: 90210. No, non si tratta di quella con Brandon, Kelly, Andrea, ma rientra comunque nel franchise di Beverly Hills 90210. E quindi? Beh questa località di Los Angeles è molto importante per la famiglia della Collins: suo nonno materno era un immigrato canadese che decise di trasferirsi proprio nella cittadina californiana, dove aprì un negozio di vestiti e mise su famiglia. Infatti, la madre di Lily, Jill Tavelman, la seconda moglie di Phil Collins, è nata e cresciuta a Beverly Hills.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso