30 Agosto Ago 2017 1832 30 agosto 2017

Non era una scuola per madri

Per il Michigan del 1938 essere adolescenti incinta era oltraggioso, al punto che si veniva cacciate di classe. La storia di Iris Weatherwax, diplomata a 97 anni con onorificenza.

  • ...
nonna diploma

Diplomata a 97 anni. Alla buon'ora? Non è certo colpa di Iris Weatherwax. A tempo debito avrebbe tanto voluto indossare la toga insieme ai suoi compagni, ma la scuola l'aveva cacciata via perché incinta. La donna ha confessato al Flint Journal che questo fallimento è rimasto il più gran rimpianto di tutta la sua vita. Per la mentalità del 1938, in Michigan, avere il pancione in classe era un oltraggio che necessitava di punizione. Ma, evidentemente, 80 anni di battaglie sono riuscite a smuovere qualcosa e l'istituto, su richiesta della nipote di Iris ha voluto rimediare con un diploma onorario.


L'AMORE TRA I BANCHI
Tra i banchi di scuola la donna si era innamorata di Lloyd Weatherwax. «Quando l'ha visto per la prima volta ha detto: 'questo è l'uomo che sposerò'», riferisce l'attuale cognata di Iris. La nipote Paula, invece, dice di essere rimasta particolarmente colpita dall'ambiguità dell'istituto: «Sono frustrata dal fatto che la scuola ha inizialmente negato a mia nonna di tornare a scuola. Adesso che le cose sono cambiate, invece, si merita una festa di diploma in pompa magna perché è intelligente e ha fatto molto per la comunità».

Iris Weatherwax e la figlia Beverly durante la cerimonia di diploma.

PIANO PIANO, MA CAPISCONO
D'altronde, il sovrintendente della scuola, Eric Lieske, non nasconde di aver cambiato opinione. Racconta di essersi accorto di quanto fosse importante per via della reazione della donna durante la cerimonia di diploma: «Quando ha chiesto a suo figlio se poteva piangere mi sono detto 'Wow, tutto ciò è davvero importante allora'. È stato un momento significativo e sono fiero di aver partecipato», racconta Lieske. Ci sono voluti otto decenni, ma finalmente la scuola ha capito che il diritto all'educazione è universale. E che non c'è nessuna colpa nell'essere una giovane ragazza incinta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso