29 Agosto Ago 2017 1721 29 agosto 2017

Ribelle anche a 96 anni

Vita e pensieri della interior designer Iris Apfel, nata il 29 agosto 1921. Una donna per cui schemi e regole sono «solo una perdita di tempo che limitano gli individui».

  • ...
Joanna Mastroianni - Front Row - Fall 2013 Mercedes-Benz Fashion Week

Senilità? Vecchiaia? Terza età? Parole comuni, certo, ma che non apprtengono al vocabolario di Iris Apfel, 96enne interior designer americana. Anche perché lei, scelta nel 2016 come testimonial della gamma Ds3, sostiene che «regole e convenzioni sono solo una perdita di tempo». È anche per questo che nella sua lunga vita Iris ha deciso di non rispettarne nemmeno mezza. «No rules, no trends». Una filosofia di vita certamente piacevole, ma che cozza con la quotidianità del mondo moderno. Un mondo in cui le regole ci sono e vanno rispettate. Anche (e soprattutto) in ambito pubblicitario. Ecco perché il volto di Irsi Apfel, accostato a una macchina di ultima generazione, cozza e fa discutere. Tanto negli Stati Uniti quanto in Europa.

MONDO CHE CAMBIA?
Ma grazie alla sua caparbietà e al pensiero visionario di alcuni guru del marketing, lei, Iris Apfel, quelle regole che tanto disprezza le ha in parte cambiate. Andate a sfogliare le riviste di moda degli Anni '60, '70 o anche quelle degli anni '80. Cosa troverete? Certamente non arzille ottuagenarie che propongono abiti da sera o tantomeno outfit per il lavoro. Si deve così aspettare il nuovo millennio e le campagne pubblicitarie targate Benetton per incrinare quegli schemi consolidati nel tempo. È vero, fino a oggi la vecchiaia non ha mai aiutato a vendere. Almeno non ci è mai riuscita per abiti, auto, profumi e gioielli.
E allora perché proprio Iris? L'intento è quello di scioccare. Di cambiare le regole imposte dalla società. Non si vede tutti i giorni una 94enne alla guida di una macchina. Si tratta di un cambio di passo epocale rispetto ai tempi recentissimi, dove l'anziano era relegato al ruolo di vecchio 'saggio'. Uno stereotipo che lo portava a recitare in spot dedicati principalmente al mondo domestico.

LE NUOVE STELLE DELLA PUBBLICITÀ
Adesso, sulle copertine e nelle pubblicità televisive finiscono anche loro. Si tratta di persone anziane, vero, ma pur sempre ex volti celebri del grande schermo come Robert Redford (80 anni ad agosto 2016) o John Hurt (76). Ma lei li batte tutti. Anche quel Sean Connery che nel 2006 (all'epoca aveva 76 anni) guidava sicuro e spedido la sua Citroën C6. Lei che con i motori, o meglio con lo stereotipo femminile legato ai motori, c'entra davvero poco ha aperto le porte al nuovo che avanza. Nata a New York il 29 agosto 1921 Iris Apfel. Sin da gioavanissima si è affacciata al mondo della moda, passando poi alla sua vera passione: l'interior design. Allieva di Elinor Johnson, è stata anche assistente dell'illustratore Robert Goodman. Nel 1948, quando aveva 27 anni, ha sposato Carl Apfel, suo partner anche nell'impresa della ditta tessile Old World Weavers.
Ma Iris, dal 1950 al 1992, è stata anche impegnata con diversi progetti di restauro di design, compresi i lavori alla Casa Bianca. Ben nove presidenti (Truman, Eisenhower, Kennedy, Johnson, Nixon, Ford, Carter, Reagan e Clinton) hanno goduto dei suoi servigi e consigli di stile. Una scalata al successo culminata nel 2016 quando è diventata la prima testimonial per uno spot televisivo dedicato a una macchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso