21 Agosto Ago 2017 1300 21 agosto 2017

Show must go... first

Agli Mtv Video Music Awards non sono tanto importanti le statuette ma lo spettacolo. Vedere per credere: il discorso di Pink, l'uomo in fiamme di Kendrick Lamar, Katy Perry l'astronauta e molti altri.

  • ...
pink mtv music awards 2017

Dimentichiamoci pure il concetto di sobrietà perché gli Mtv Video Music Awards non sono mai convenzionali: non sono tanto importanti i premi, come suggerirebbe il titolo, ma lo spettacolo a 360 gradi. Intendiamoci, onore ai vincitori, certo, ma anche le esibizioni hanno la loro importanza e, a volte, 'oscurano' la parte della consegna delle statuette, più canonica e sicuramente più noiosa. La serata è iniziata col botto, con la presentatrice Katy Perry che è arrivata sul palco vestita da astronauta con tanto di tuta e casco. E i toni non sono scesi durante il resto dello show, tra uomini in fiamme, il ritorno agli Anni '50 e una super Nicki Minaj.

IL DISCORSO DI PINK
La vera protagonista, però. è stata Pink, vincitrice del 'Michael Jackson Video Vanguard Award': performance eccezionale ma la parte più bella dell'intero show è stata il discorso fatto alla figlia.


Dopo aver ritirato il premio, la cantante ha raccontato di una conversazione tra lei e la sua piccola Willow: «Qualche tempo fa mi ha detto di credere di essere la bambina più brutta del mondo. Con quel taglio di capelli si vedeva come un maschietto. Noi non cambiamo: prendiamo la sabbia, prendiamo la conchiglia e creiamo una perla. E aiutiamo gli altri a cambiare in modo tale che possano vedere molti più generi di bellezza. Tu sei bellissima e io ti amo».


IL FUOCO DI KENDRICK LAMAR
Dal momento più emozionante passiamo a quello più spettacolare: il pluripremiato Kedrick Lamar porta in scena un medley di fuoco (letteralmente) tra Dna e Humble. Il rapper californiano ha portato a casa ben cinque statuette, tra cui quella del video dell'anno e migliore clip hip hop del 2017.


Nel tweet, l'esibizione integrale (per vedere l'uomo in fiamme, andate a 2.06).


NON SOLO PRESENTATRICE
Chi si aspettava una tranquilla Katy Perry in versione presentatrice e basta è rimasto parecchio deluso. Sì, perché la cantante non ha rinunciato ad esibirsi. Anzi, le sue performance sono state di livello, al pari degli altri artisti che sono saliti sul palco. Prima in versione spaziale, poi si è trasformata in giocatrice di basket, con una palla un po' troppo fuori misura.

LA SOBRIETÀ NICKI MINAJ
Riusciremo mai a vedere Nicki Minaj con un look sobrio? Difficile. Ma in fondo è anche questo che piace di lei. Per la cantante nessuna statuetta ma sicuramente non è passata inosservata con un vestito bianco e nero a strisce, stivali alti fino alle cosce dello stesso colore e gonna corta.

Insomma, non proprio una sorpresa, visto che anche nell'edizione 2016 si è esibita così.


LE SORELLE CYRUS
Sicuramente ci si aspettava qualcosa di più azzardato dal look di Miley Cirus che in passato ci ha abituato ad abiti e a performance più trasgressive. Ma in questa edizione ha preferito puntare sullo stile vintage, presentandosi sul palco a mo' di ragazza degli Anni '50.

Sul palco si è presentata anche la sorella, Noah Lindsey, che ha debuttato nel mondo musicale soltanto a novembre 2016. Non solo ha scalato le classifiche americane con Make Me (Cry), ma ha anche guadagnato la presenza agli Mtv Video Music Awards.

IL MIC DROP DELLE FIFTH HARMONY
Quattro partecipazioni, quattro statuette portate a casa. Quattro proprio come loro: le Fifth Harmony che ormai sono diventate una certezza per il dance pop e l'R'n'B. Esibizione eccellente con la perla finale: il mic drop.


IL RICORDO DI CHESTER BENNINGTON
Oltre alle performance, c'è stato un momento dedicato a Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park che si è suicidato il 20 luglio 2017.

OLTRE LA MUSICA
Non si è soltanto cantato e parlato di musica tutta la sera. Sul palco è salita anche Susan Bro, che non è una cantante ma è la mamma di Heather Heyer, la giovane uccisa durante la manifestazione dei suprematisti bianchi a Charlottesville, in Virginia. Ha presentato un premio creato appositamente per questa edizione dedicato all'attivismo politico e sociale: il 'Best Fight Against the System', ovvero la 'Miglior lotta contro il sistema'. Le canzoni premiate sono state sei, tra cui quella di Taboo dei The Black Eyed Peas che si è presentato allo show con un gruppo di nativi americani del movimento contro il Dakota Access Pipeline, un oleodotto in una riserva Sioux in Nord Dakota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso