18 Luglio Lug 2017 0900 18 luglio 2017

Jane Austen goes to Hollywood

Nei libri dell'autrice britannica, morta il 18 luglio 1817, le donne sono sempre protagoniste. E sono state impersonate, al cinema, da attrici come Kate Winslet, Gwyneth Paltrow e Keira Knightley.

  • ...
image_book

Il 16 dicembre 1775 a Steventon, piccolo villaggio nel sud-est dell'Inghilterra, nasceva Jane Austen, che sarebbe poi diventata una delle scrittrici britanniche più conosciute al mondo. Sarebbe morta il 18 luglio di 42 anni dopo. Figura di spicco della narrativa preromantica, nei suoi lavori dette grande importanza alle donne, creando figure femminili poi diventate anche protagoniste dei vari adattamenti cinematografici dei suoi romanzi.

RAGIONE E SENTIMENTO
Ragione e sentimento fu pubblicato nel 1811. La storia delle sorelle Elinor e Marianne Dashwood, che alla morte del padre devono affrontare dei problemi economici e vivere in una modesta casa nel Devonshire, conoscendo poi l'amore per (rispettivamente) Edward Ferrars e John Willoughby, è stato portato al cinema nel 1995, con Emma Thompson nel ruolo di Elinor e Kate Winslet in quello di Marianne. Nel cast del film, diretto da Ang Lee, anche Hugh Grant (Edward) e Alan Rickman (il Colonnello Brandon).

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO
Altro classico firmato Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio fu dato alle stampe nel 1813. In questo romanzo sono protagoniste le sorelle Bennet, nate e cresciute in una cittadina di provincia e di modeste condizioni sociali. Anche se la storia ruota soprattutto intorno ai personaggi di Elizabeth e del ricco Darcy. Nel 1940 fu realizzato un film, con Greer Garson e Laurence Olivier e, nel 1957, Orgoglio e pregiudizio diventò uno sceneggiato televisivo Rai, con Franco Volpi nel ruolo di Darcy e Virna Lisi in quello di Elizabeth. Più recentemente, nel 2005, a impersonare 'Lizzie' è stata Keira Knightley, innamorata di Matthew Macfadyen, ovvero Darcy.

MANSFIELD PARK
Mansfield Park, pubblicato nel 1814, è probabilmente il meno riuscito e apprezzato tra i sei romanzi scritti da Jane Austen. Colpa di una protagonista, Fanny Price, ritenuta troppo timida e passiva: un'antieroina, soprattutto se confrontata con personaggi come Elinor Dashowood e Elizabeth Bennet. Comunque, anche Mansfield Park è stato portato sul grande schermo. Per la precisione nel 1999, con Frances O'Connor a impersonare Fanny.

EMMA
«Bella, intelligente e ricca»: così Jane Austen descrive Emma Woodhouse all'inizio del romanzo, pubblicato nel 1815. La ragazza è però anche viziata, snob e vanitosa e, decisa a non prendere marito, si diletta nell'organizzare matrimoni altrui. Capitolerà alla fine del romanzo, dopo una serie di fraintendimenti amorosi. Nel 1996 il ruolo di Emma ha consacrato come attrice Gwyneth Paltrow, che si era già fatta notare in Seven. Nello stesso anno l'ha impersonata anche Kate Beckinsale, ma in un film per la tivù.

PERSUASIONE
Jane Austen morì nel 1817 e l'anno successivo il fratello ne pubblicò il romanzo postumo Persuasione. Un titolo che probabilmente l'autrice non avrebbe scelto, ma che si riferisce a quella persuasione subita dalla protagonista, convinta dalla famiglia a rompere il fidanzamento con l'ufficiale di marina Frederick Wentworth. Che però incontra di nuovo anni dopo, come affermato capitano di marina, con la possibilità di avere una seconda occasione. Del libro esistono quattro adattamenti per la tivù, tutti britannici: ma quello del 1995, con Amanda Root nel ruolo della protagonista, fu proiettato nei cinema statunitensi.

BECOMING JANE
Dai romanzi alla vita dell'autrice: nel 2007 è anche uscito Becoming Jane - Il ritratto di una donna contro,  film biografico su Jane Austen, interpretata da Anne Hathaway, incentrato sul suo rapporto con Thomas Langlois Lefroy, impersonato da James McAvoy.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso