19 Maggio Mag 2017 1918 19 maggio 2017

Le fantasie machiste del premier ministre

In Francia si accusa Édouard Philippe di maschilismo sulla base di un romanzo dove il protagonista si lascia andare a considerazioni misogine. E si ignorano le caratteristiche della donna con cui è davvero sposato.

  • ...
philippe chabre

Pare che anche in Francia, ogni tanto, facciano un po' di confusione quando si parla di letteratura, e si tenda a confondere la figura dell'autore empirico con la voce narrante. Ultima vittima di questo deprecabile qui pro quo, è nientemeno che il novello primo ministro francese, Édouard Philippe. Che non ha nemmeno fatto in tempo ad insediarsi, e già si sente dare del maschilista per colpa di un romanzo che aveva scritto in passato.

MACHISMO TRA LE PAGINE
Dans l'Ombre, scritto insieme a Gilles Boyer, è una caustica narrazione che racconta il mondo della politica dal punto di vista di un burocrate di partito che, nelle 400 pagine che compongono il volume, descrive le donne in maniera abbastanza sprezzante. Le chiama «Marylin» quando sono attraenti, descrive una candidata con «quell'impercettibile freddezza delle donne che non saranno mai madri», indugia nella descrizione dei seni prosperosi, che preferisce rispetto a quelli più contenuti. Ma da qui a trarne spunti per etichettare a priori Philippe come un politico misogino, ce ne passa.

IL VERO AMORE
Se proprio vogliamo parlare del rapporto tra Philippe e le donne in modo più concreto, ha più senso raccontare chi è la donna con cui è sposato e con cui ha avuto tre bambini. Si tratta di Édith Chabre, e a differenza di madame Macron finora è stata praticamente ignorata dai media. Su Internet c'è praticamente una sola foto che la ritrae, e anche piuttosto sgranata. Madame Philippe è nata nel 1969, e si è unita in matrimonio col primo ministro nell'ormai lontano 2002. Non si è mai interessata alla politica, ma proprio la politica che l'aveva geograficamente divisa dal marito (lui sindaco di Le Havre, lei direttrice esecutiva di una prestigiosa scuola politica a Parigi), ora potrebbe riavvicinarla all'amato. Anche i figli, di 14, 12 e sette anni, finora hanno vissuto a Parigi.

DONNA IN CARRIERA
Ora Philippe potrà fare a meno dei continui viaggi settimanali per riunirsi alla famiglia. Il logorio lavorativo, però, secondo i ben informati non ha mai scalfito la coppia, che è rimasta stabile e solida. Nel passato di Édith ci sono studi di girurisprudenza e di economia, che in passato le hanno permesso di divenire responsabile giuridica di To Do Today, una società di servizi alla persona. Poi, è tornata alla scuola di Sciences Po Paris, a cui si è aggiunto nel 2016 il ruolo di direttrice amministrativa della scuola Camondo, prestigioso istituto di design.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso