21 Marzo Mar 2017 1725 21 marzo 2017

Le malattie non proteggono dalle malattie

Su Twitter il senatore Bartolomeo Pepe si è scagliato (di nuovo) contro i vaccini. Alberto Villani, presidente della Società Italiana di pediatria ha risposto: «Basta diffondere ignoranza, di morbillo si può morire».

  • ...
vaccino morbillo

«Invece di vaccinare 30 bambini, mettiamone uno col morbillo in classe. Troppo gratis?». Il senatore Bartolomeo Pepe, del gruppo Grandi Autonomie e Libertà, ex Movimento 5 Stelle, torna a provocare. Questa volta con un post su Twitter che ha infiammato gli internauti, e non solo. Recentemente, aveva cercato di far proiettare in una sala istituzionale il contestato docufilm Waxxed, nel quale si cerca di dimostrare la relazione - inesistente - tra vaccini e autismo.

«BASTA IGNORANZA»
Alla base del pensiero cinguettato dal senatore, il falso mito secondo cui, per immunizzarsi, le malattie bisogna prenderle. Un'idea che deriva, secondo Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria, da «un'eredità negativa che ci portiamo dietro dagli Anni '70, quando non esistevano vaccini e tanti genitori pensavano che far prendere morbillo e varicella ai bambini li proteggesse». Ovviamente, ha aggiunto l'esperto, si tratta di una sciocchezza: «Ora che abbiamo i vaccini è ignoranza continuare a dire queste assurdità».

DI MORBILLO SI PUÒ MORIRE
La demonizzazione dei vaccini ha spinto negli ultimi anni molti genitori a smettere di immunizzare i loro figli. La conseguenza? Nel 2017 c'è stato un incremento di casi di morbillo del 230%. La situazione, ha sottolineato Villani, è sempre più preoccupante: «Solo nel nostro ospedale abbiamo diversi bambini sotto l’anno di età ricoverati per il morbillo, e abbiamo avuto addirittura dei lattanti contagiati magari dal fratellino. C’è stato già anche un caso di panencefalite sclerosante, una delle complicanze più gravi della malattia», ha affermato. E ha aggiunto: «Con questo atteggiamento nei confronti delle vaccinazioni mettiamo a rischio soprattutto i più piccoli, quelli che non hanno l’età o non possono vaccinarsi. Il morbillo è una malattia pericolosa, in un caso su mille dà encefalite, in uno su 10 mila porta alla morte. Le Regioni devono interrogarsi sulle proprie responsabilità, e sbrigarsi a mettere in atto il piano vaccinale».

«VACCINARE È FONDAMENTALE»
In un'intervista rilasciata al sito Scienzainrete, l'esperto metteva in evidenza i danni della disinformazione sulla gravità di malattie come il morbillo, spesso banalizzate, e contestava lo spazio che viene ingiustamente concesso dai media agli anti-vaccinatori. «Le persone più qualificate e veramente legittimate a parlare sono i pediatri, che vedono ogni giorno gli esiti devastanti della malattia. Bisogna avere l'autorevolezza di dire ai genitori che è importante vaccinare i bambini e spiegare bene quali sono i rischi». Qui è disponibile il decalogo antibufale che la Società Italiana di Pediatria ha lanciato proprio per smentire i più comuni falsi miti sui vaccini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso