16 Marzo Mar 2017 1422 16 marzo 2017

La bella hackerata da una bestia

Ancora una volta la privacy di una donna viene gravemente violata. Stavolta la vittima è Emma Watson, che da anni si batte contro il sessismo. Colpita anche Amanda Seyfried. I casi precedenti.

  • ...
CHINA-US-ENTERTAINMENT-CINEMA

Un leak ad orologeria. A pochi giorni di distanza dalle polemiche sulle foto a seno nudo su Vanity Fair e in concomitanza con l'uscita nelle sale de La bella e la bestia, Emma Watson è stata vittima di un hackeraggio in seguito al quale alcune sue foto private sono finite in rete. Stando alle prime indiscrezioni, le immagini sarebbero state diffuse sul cosiddetto dark web. A differenza di quanto viene sostenuto, l'entourage dell'attrice ha seccamente smentito che tra le foto rubate ce ne siano alcune che mostrano Emma Watson nuda. La faccenda ora è stata passata agli avvocati.

COLPITA ANCHE AMANDA SEYFRIED
Nelle stesse ore è stato hackerato anche il telefono di Amanda Seyfried, oltre a quelli di un altro paio di celebrità minori che però non sono state identificate. Le foto che ritraggono Seyfried sembrano essere particolarmente spinte. I legali dell'attrice hanno chiesto ai siti che le hanno pubblicate di rimuoverle. Non è ben chiaro se il responsabile sia lo stesso che ha colpito Emma Watson, ma una cosa è certa: i furti di foto private, ai danni di persone famose e non, stanno diventando un problema sempre più grave, che va di pari passo con il revenge porn (ultima vittima: Mischa Barton) e che hanno violato anche la privacy di celebrità italiane come Diletta Leotta. Negli anni sono state diverse le attrici che si sono ritrovate ad affrontare il problema, e in diverse occasioni hanno saputo dare risposte a tono. Ricordiamone qualcuna.

JENNIFER LAWRENCE
Jennifer Lawrence, ad esempio, è probabilmente tra le vittime più celebri e recenti di un hackeraggio che ha colpito lei e decine di altre star sul finire dell'agosto 2014. L'attrice ha poi dichiarato di essersi sentita «violentata» dal furto di foto. Specificando, come spesso ci si dimentica di fare, che un caso simile «non è uno scandalo, ma un reato sessuale».

OLIVIA MUNN
Altra star che, qualche tempo prima, era rimasta vittima di un leak è Olivia Munn. La reazione pubblica dell'attrice al furto di foto, che erano accompagnate da dei messaggi di testo espliciti, è stata sarcastica e ha messo tutti a tacere: «Non si vede nemmeno il mio pene. Ed è piuttosto grosso per essere quello di un asiatico».

LESLIE JONES
Recentissimo è invece il caso che riguarda Leslie Jones, comica statunitense che ha visto il proprio sito finire sotto attacco hacker per essere poi tappezzato delle proprie foto di nudo. Jones ha affrontato la questione durante la cerimonia di premiazione degli Emmy 2016, sempre con l'arma dell'ironia. Si è rivolta alla società che si occupa di proteggere e tenere segreti i nomi dei vincitori della statuetta, dicendo: «State usando le vostre competenze per proteggere una voce fuori campo in una sitcom francese? Intanto io sto con il culo all'aria sulla CNN! Voglio solo sentirmi splendida».

VANESSA HUDGENS
La star di High School Musical è tra quelle che più di tutte, nel corso degli anni, ha dovuto fronteggiare diversi attacchi hacker. Oltre a quello collettivo nel 2014, anche nel 2007, 2009 e 2011. «Erano foto scattate per rimanere private», aveva spiegato in un'intervista. «Chiedo scusa ai fan. Questa situazione mi imbarazza e vorrei non aver mai scattato quelle foto»: da notare come nel 2011 Hudgens si sentì in dovere di chiedere scusa ai fan, piuttosto che condannare chi si era intromesso nella sua sfera privata.

SCARLETT JOHANSSON
«Mi sembra sbagliato». E sbagliato lo era sicuramente. Questo il commento di Scarlett Johansson sul leak che l'ha riguardata nel 2011. «Essere un attore non significa non avere diritto alla privacy», disse. Qualche mese più tardi, il suo hacker è stato punito con 10 anni di reclusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso