7 Marzo Mar 2017 1924 07 marzo 2017

Mamme, famose ma infelici

L'ultima a dichiarare di aver sofferto di depressione post-parto è stata Chrissy Teigen. Ma sono tante le celebrità ad aver sofferto di questo disturbo. Da Angelina Jolie ad Alanis Morisette, ecco chi sono.

  • ...
go90 Sneak Peek - Arrivals

Egoista, rivoltante e strana. Così Chrissy Teigen, modella e moglie del cantante John Legend, ha confessato di essersi sentita per mesi a causa della sua depressione post-parto, raccontata in una lettera aperta alla rivista americana Glamour. Dopo aver partorito la sua bambina a metà aprile 2016, è stata pervasa da uno strano malessere: «Avevo tutto il necessario per essere felice. E invece, per la maggior parte dell’anno scorso, mi sono sentita infelice». Il disturbo le è stato diagnosticato a dicembre 2016 portandola così a sottoporsi a terapie antidepressive.
«La depressione post-parto non discrimina. Non riuscivo a controllarla. Ed è in parte il motivo per cui non ho detto nulla. Mi sentivo egoista, rivoltante e strana nel dire a voce alta che stavo lottando. Qualche volta mi ci sento ancora», si è giustificata la star 31enne abituata a condividere la sua vita sui social. Da qui la decisione di prendere le redini della situazione e parlarne: «Può accadere a chiunque e non voglio che chi ne è affetto si senta in imbarazzo o da solo».

DEPRESSIONE POST-PARTO, SINTOMI E CAUSE
La depressione che sta attraversando la moglie di Legend è in realtà molto più diffusa di quanto si possa immaginare. Sia tra le celebrities che tra le persone comuni. La percentuale delle donne che ne soffre nel mondo è infatti tra l’11% e il 20%.
Ma in concreto cosa è la depressione post-parto? Si tratta di un disturbo dell’umore che si manifesta nel periodo appena dopo la gestazione. Tra i sintomi principali si riscontrano un totale disinteresse per le attività quotidiane e i bisogni del neonato, irritabilità diffusa, sbalzi d’umore improvvisi, crisi di pianto, perdita dell’appetito e insonnia. Per curarla, invece, è prevista una somministrazione di farmaci che però deve essere affiancata da un supporto psicoterapico. Attenzione però a quello che si assume dato che la maggior parte delle sostanze presenti negli antidepressivi è controindicata per l’allattamento. Le molecole assunte dalla madre passano infatti tramite il sangue nel latte e di conseguenza al bambino. E se sintomi e cure sono ben identificate, le cause della malattia non sono ancora chiare. Alcuni esperti ritengono che i motivi siano da rintracciarsi negli sbalzi ormonali delle neo mamme. Ma se non curato il disturbo può diventare psicosi riconoscibile da stati di agitazione, pessimismo, paranoia, allucinazioni, tendenze suicide o omicide nei confronti del figlio appena nato.

ADELE
La cantante britannica ne ha sofferto nel 2012 quando è nato suo figlio Angelo. «Mi sentivo come se avessi preso la peggiore decisione della mia vita», aveva dichiarato Adele a Vanity Fair. Non è ricorsa ad antidepressivi ma ha condiviso il suo disagio con le altre madri che stavano combattendo la stessa battaglia. La depressione è spirata nel momento in cui si è confidata con un’amica che aveva partorito da poco. Solo così ha realizzato che non era l’unica ad esserne prigioniera di questo disturbo.

DREW BARRYMORE
L’attrice americana è stata colpita dalla depressione in concomitanza con l'arrivo della sua seconda bambina, Frankie. «Ero a terra», aveva dichiarato la Barrymore a People nel 2015. Per sei mesi si è sentita «schiacciata» nel cercare di equilibrare famiglia e lavoro. Ha realizzato che un perfetto bilanciamento non era possibile, quindi si è concentrata su altro. Ad esempio essere presente per le sue bambine piuttosto che vivere la vita giorno per giorno, senza l’ansia di dover programmare.

ALANIS MORISSETTE
La cantautrice canadese era al massimo della gioia alla notizia che avrebbe avuto un bambino, visto che da sempre sognava di diventare mamma. L’intensità della depressione post-parto l’ha però travolta: dolori agli arti, alla schiena, al busto e alla testa per 15 mesi. «Mi svegliavo ogni giorno come se stessi sott’acqua e del catrame fosse versato su di me, e non desideravo più essere viva». Alanis Morisette, che in passato ha sofferto d’ansia e depressione, ha capito che più aspettava a parlarne, più il male non sarebbe passato. Da qui la decisione di aprirsi al dialogo grazie alla psicoterapia.

LENA HEADEY
L’attrice britannica ha sofferto di periodi di depressione sin da adolescente. La malattia si è di nuovo manifestata con la nascita di suo figlio, pur se Lena Headey se ne è accorta tempo dopo. «Sono andata un po’ fuori di testa e alla fine sono approdata da un tizio che mescola la medicina occidentale con quella orientale e mi ha indirizzata sulla direzione che ha cambiato la mia vita. Ma non sarò mai dipendente dalla cura», ha confessato la Cersei Lannister di Game of Thrones.

CELINE DION
In seguito al parto dei suoi due gemelli, Celine Dion ha sperimentato «attimi privi di vita», nei quali le mancava l’appetito. «Un momento ero terribilmente felice, l’altro, la stanchezza prendeva piede e piangevo senza ragione», ha spiegato. Il supporto emotivo della madre, Teresa, e della sorella, Linda, è stato importante per venirne fuori.

ANGELINA JOLIE
Dopo aver dato alla luce i suoi due gemelli, la diva di Hollywood è caduta in fitte di tristezza e cambi repentini d’umore. Ha passato notti insonni e si è sforzata di mangiare per allattare i suoi figli. Una fonte vicina aveva dichiarato al Daily Mail: «Angelina Jolie piange alla prima occasione e ride in momenti inappropriati». Non l’ha mai ammesso pubblicamente e non è chiaro come ne sia uscita.

GWYNETH PALTROW
L’attrice è stata colpita dalla depressione dopo il parto del suo secondo figlio, Moses, avuto dall’ex marito e cantante dei Coldplay, Chris Martin. «Mi sentivo come uno zombie. Ero sul serio distaccata», aveva confessato la Paltrow. È stato Martin a farla rendere conto della sua condizione. Gwyneth ha così condiviso la sua esperienza sul suo sito di lifestyle GOOP. «È fondamentale che le donne ne parlino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso