2 Marzo Mar 2017 1744 02 marzo 2017

«Moreno? Un bimbo pettegolo»

Dai consigli a Raz Degan sino alle frecciatine al rapper ex concorrente di Amici e a Samantha De Grenet. A tu per tu con Giacomo Urtis quinto eliminato dell'Isola dei Famosi 2017.

  • ...
16830789_1603117379704434_3458976205948550396_n

Battuto al televoto da Raz Degan, il Robinson Crusoe di questa edizione, è diventato a tutti gli effetti il quinto eliminato dell'Isola dei famosi edizione 2017. Ma Giacomo Urtis si dichiara comunque «contento che sia rimasto Raz perché è più portato per l’Isola rispetto a me». Il medico 39enne originario di Sassari, conosciuto come il chirurgo estetico dei vip, non ha peli sulla lingua. Per nessuno. Considera Moreno «un calcolatore che cerca sempre di emergere sfruttando tutte le situazioni a suo vantaggio. Non lo trovo una persona carina». Mentre Samantha De Grenet «sceglieva chi nominare e non si sa perché tutti gli altri la seguivano». Ma soprattutto, per la prima volta, rivela il consiglio che ha dato a Raz Degan e che potrebbe regalargli la vittoria finale.

DOMANDA: Dopo averla provata cosa ne pensa dell'Isola?
RISPOSTA: Non è stato un reality adatto a me. È stato molto pesante. Sicuramente mi ha fatto apprezzare di più le piccole cose della vita. Lì era difficile sopravvivere. Avevi fame, pioveva, non avevi un tetto e il cibo te lo dovevi procurare da solo, con la pesca. Ho perso nove chili.
D: È contento di essere uscito?
R: Mi sarei ritirato comunque. Ero stato in nomination, sono stato leader e quindi basta. Meglio essere tornato a casa!
D: Con chi ha legato di più? 
R: Mi sono trovato benissimo con Raz, Giulia (Calcaterra, ndr) e Simone (Sussina, ndr). Inizialmente sembravamo un gruppo unito, dove tutti si aiutavano. Io l’ho definita 'L’Isola dei famosi della parrocchia'. Dopo, quando ci hanno diviso, è successo di tutto: nomination e litigi. L’uno contro l’altro. Si sono formati dei piccoli gruppi come quello capitanato da Samantha De Grenet.
D: Cosa non sopportava?
R: La noia. Si tratta di una cosa che ti uccide. Tutti i giorni erano uguali e alla lunga questo ti distrugge. Diventi un po’ pazzo e poi si litiga.
D: Secondo lei perché il pubblico ha voluto farla uscire?
R: Ero molto silenzioso. Di solito sono molto più esplosivo. Ho visto comunque le percentuali di voto e fino a poco prima dell’inizio della puntata avevo persino superato Raz, che poi ha rimontato durante il serale seguendo i miei consigli. Da amico gli ho suggerito di dire quello che pensava.
D: Cosa serve per vincere?
R: Un pizzico di strategia, un po’ di malizia ed essere se stessi. Se poi aggiungi anche un po’ di 'solo contro tutti', il pubblico fuori ti aiuta.
D: Ho letto che vuole togliersi un po’ di sassolini dalle scarpe, in che senso?
R: Non ho paura di dire quello che penso su Samantha De Grenet, Giulio Base e Moreno. Gli altri li ho apprezzati. Giulia voleva primeggiare e si è attirata poi le invidie delle ragazze perché andava bene nei giochi e le altre no. Avrei preferito che Malena uscisse di più come personaggio, come porno attrice. A noi ha raccontato molto, tante cose particolari, che non ha confessato a telecamere accese. Ho visto che Simone Susinna se ne vuole andare a casa forse perché è dimagrito tanto. È diventato molto aggressivo a causa della fame.
D: Chi potrebbe vincere?
R: Nancy Coppola. Lei è la ragazza della porta accanto, non è una super top model. La gente si identifica più in lei e potrebbe anche aggiudicarsi la vittoria.

D: Oltre a Samantha De Grenet che ha definito «calcolatrice e manipolatrice» chi tra gli uomini pensa sia come lei? 
R: La segue a ruota Giulio Base. Fa tutto quello che le ordina Samantha. Moreno cambiava idea, a seconda del gruppo più forte, per non essere nominato perché vuole vincere.
D: Riguardo la querelle tra Ceccherini, Degan e Moreno, ha dichiarato che Raz non ha mai detto quelle cose sulla moglie di Ceccherini. 
R: Io ero lì, ma senza le telecamere. Confermo che non è mai successo. Non ha detto nulla di cattivo sulla moglie di Ceccherini, semplicemente Raz ha un intercalare americano con quel fucking che mette praticamente ovunque.
D: Secondo lei Moreno sta portando avanti una sua strategia precisa?
R: Non penso che Moreno abbia un piano preciso, fa queste cose che son più delle bambinate. È un pettegolo. Cerca sempre di mettere zizzania e la gente se ne accorge.
D: Secondo lei perché il gruppo odia tanto Raz Degan?
R: Lui è stato sempre così. Non va d’accordo con gli altri e pensa che non gli abbiano mostrato gratitudine.
D: E così Raz ha scelto la solitudine. 
R: Grazie anche ad un mio suggerimento. Gli ho detto che avevo letto che a L’Isola dei famosi versione spagnola c’era uno che pescava sempre e gli altri mangiavano solo e non facevano nulla così si è messo da solo e poi ha vinto. Lui lo ha fatto veramente e sta funzionando.
D: Riguardo lo scandalo che l'ha colpita prima di partire, quello sull'ordine dei medici, è tutto chiarito?
R: Se ne stanno occupando i miei avvocati. Abbiamo fatto delle querele e richieste di risarcimenti. Non mi è successo nulla perché ho il doppio dei pazienti ma comunque hanno danneggiato l’immagine. Una notizia del genere è stata data da un giornale di gossip. Non siamo in Honduras: se uno opera senza titoli in Italia viene arrestato. Se non fossi stato un chirurgo avrei partecipato a un reality? È pura follia.
D: Dopo l’Honduras quale è il buon proposito di Giacomo Urtis?
R: Tornare a lavorare. Ho i miei pazienti da operare. E il prossimo mese inaugurerò la nuova clinica di Medicina e Chirurgia Estetica a Milano. Ho tante cose da fare insomma.
D: Se potesse, a quale naufrago rifarebbe una parte del corpo? 
R: Ce ne sono tanti, appena escono li ricovero tutti nella mia nuova clinica (ride, ndr).D: Oltre a fare il chirurgo le piacerebbe rimanere in televisione?R: Mi piacerebbe tantissimo fare “Selfie”, non come medico estetico ma come mentore o giudice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso