17 Febbraio Feb 2017 1930 17 febbraio 2017

L'Europa balla Gabbani

Con Occidentali's Karma il vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo 2017, oltre che gli italiani, ha conquistato anche il pubblico estero. E c'è già chi scommette che il suo sarà un successone anche all'Eurofestival di Kiev.

  • ...
landscape-1486630871-francesco-gabbani-sanremo-2017-scimmia

L'Italia va forte all'estero. No, non si tratta di un paradosso ma di un semplice dato di fatto. Soprattutto quando il made in Italy esportato è quello della musica. Era già accaduto con Marco Mengoni, Il Volo e Francesca Michielin. Sta per accadere, nel 2017, anche con Francesco Gabbani. Il fresco vincitore del Festival di Sanremo è infatti stato chiamato a rappresentare il tricolore il 13 maggio 2017 all’Eurovision Song Contest di Kiev con la sua ormai virale Occidentali's Karma. Canzone che, oltre ad aver conquistato in Italia la vetta dei brani più ascoltati, sta spopolando anche all'estero. O almeno, ha trovato il ritmo giusto - questo è proprio il caso di dirlo - per stregare un pubblico difficile come quello internazionale.

IN GIRO PER IL MONDO
Ecco che in Croazia, Francia, Germania, Malta, Polonia, Romania, Svizzera e Slovenia Occidentali's Karma sta passando sulle principali emittenti radiofoniche. Un vero e proprio tormentone globale che non ha lasciato indenne nemmeno Spotify dove il brano è da giorni al terzo posto della Viral 50 Global preceduto soltanto da Chained to the Rhythm di Katy Perry e Purple Rain di Prince. E cosa dire di iTunes? Se Gabbani è comprensibilmente primo in Italia, ha scalato posizioni anche in altri importanti Paesi europei. Si tratta di un fenomeno inedito per la musica italiana sempre in difficoltà quando si tratta di varcare i patri confini.

MOTIVI DI UN SUCCESSO
Ma a cosa si deve il successo di Francesco Gabbani? Beh, pare tutto abbastanza logico. Inutile quindi lanciarci in spiegoni didattici sui riferimenti culturali (sempre che ce ne siano e non si tratti solo di un'accozzaglia di luoghi comuni e frasi celebri) del pezzo del cantante toscano. Soprattutto perché, all'estero, l'italiano lo parlano in pochi. Allora il successo di Gabbani sta tutto nell'orecchiabilità di quelle poche strofe in rima ripetute quasi come un mantra. Insomma, Occidentali's Karma è nato per essere un tormentone e sta riscuotendo il successo degno di un tormentone. E allora al diavolo i riferimenti 'alti' a Morris, Eraclito, Marx e Shakespeare. La canzone di Gabbani funziona perché coinvolge, è ballabile e soprattutto dopo esserti entrata in testa difficilmente riesci a fartela uscire.

IL RITORNO ALL'EUROVISION SONG CONTEST
Anche la decisione di tornare all'Eurovision Song Contest ha permesso al pubblico non italiano di riscoprire l'eccellenza - o meno - della musica tricolore. Perché dopo anni di anonimato, l'Italia è tornata prepotentemente sull'importante palco europeo. Un ritorno sancito con la partecipazione nel 2011 di Raphael Gualazzi. Dà lì in poi una serie di partecipazioni più o meno fruttuose sino a quella di Gabbani che parte coi favori dei pronostici.

GABBANI ALL'ESTERO
E il fenomeno Francesco Gabbani è stato ripreso anche dai giornali internazionali. Su tutti il francesissimo Le Figarò impaziente di vedere, il 13 maggio a Kiev, danzare «il pubblico sotto le note di Occidentali's Karma». E c'è addirittura chi, come Metro UK, definisce la performance del 35enne cantante toscano «una messa in scena brillante capace di sbaragliare la concorrenza prima al Festival e, poi chissà, magari all'Eurovision».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso