19 Gennaio Gen 2017 1759 19 gennaio 2017

Scherzare è (Sol)lecito, ma fino a un certo punto

Selvaggia Lucarelli si è scagliata contro Raffaele. Che, dopo essere stato scagionato per l'omicidio di Meredith Kercher, su facebook adesso scherza su questo e altri casi di cronaca nera.

  • ...

«Omuncolo che dopo aver cercato visibilità come opinionista tivù e poi come becchino 2.0, ora fa l'umorista con battute agghiaccianti su gruppi Fb in cui le donne sono solo troie». Non le manda certo a dire Selvaggia Lucarelli che, questa volta, se l'è presa con Raffaele Sollecito. Colpevole (adesso sì) di essere iscritto a gruppi come Pastorizia never dies e #acazzoduro, dove il black humour è la regola e ogni commento becero è più che gradito. Soprattutto se riguarda casi di cronaca nera, come l'omicidio di Meredith Kercher, ancora senza tutti i colpevoli. 'Normale' che, all'interno di gruppi del genere, i membri pendano dalle labbra dello scagionato Sollecito. Un po' meno che lui, scagionato da tempo, scherzi proprio sul caso che l'ha visto a lungo tra gli imputati.

UMORISMO NERO (E INOPPORTUNO)
«Maestro mi insegni come si cancellano le tracce di un delitto che ho due cose da risolvere?». Alla domanda di Denis, Sollecito risponde così: «Semplice. Ci caghi sopra e nessuno si avvicina!». Approva con un like il fotomontaggio di Amanda Knox con il cartello «È stato il negro» e ne posta un altro della scatola di Cluedo con le facce di Stasi, Franzoni, Rosa e Olindo, Bossetti e Misseri. Poi commenta una sua foto con coltello in mano e carne in abbondanza a tavola: «Cena con gli ex colleghi... purtroppo sono finiti nel piatto». Sono solo alcuni esempi degli interventi di Sollecito.

NEI GRUPPI ANCHE DONNE
Tutti interventi di dubbio gusto, certamente. Ma ci sembra giusto ricordare come tutto sommato Sollecito sia un uomo libero e innocente, almeno secondo la legge. Di sicuro non il leader di questi gruppi, che hanno già i loro amministratori, contenti di far soldi grazie ai tanti iscritti. Tra cui figurano anche tantissime donne. Come Giulia, che scherza con lui implorandolo di non essere crudele quando la ucciderà, vedendosi rispondere: «Non ti preoccupare, sarò gentile e indolore». Quindi, forse, la definizione che ne dà la Lucarelli (ammirevole per il suo impegno contro le offese gratuite alle donne) non è proprio esatta. Nonostante, ripetiamo, il loro dubbio gusto.

LA RISPOSTA DI RAFFAELE
A Selvaggia Lucarelli ha risposto proprio Sollecito, intervistato da Radio Cusano Campus: «Dice che sono leader di gruppi segreti su Facebook dove ci sono uomini che si scambiano pareri su come ammazzare le ex e farne sparire il corpo? Le cose non stanno così, quelli che lei ha citato sono solo dei gruppi goliardici […] Meredith nei commenti che ho fatto non la cito nemmeno e non la metto mai in mezzo, non mi sembrerebbe nemmeno carino farlo. Anche nello scherzo ho i miei limiti. Tra questi gruppi e il femminicidio non c'è nessun legame, è una stupidaggine». A conferma, proprio uno dei commenti citati sopra, quello sulle tracce da cancellare, che poteva avere un reale collegamento con il delitto di Perugia: «Ho risposto che ci si caga sopra, ma era un modo di dire, perché se veramente ci caghi sopra lasci più tracce. La mia era una risposta stupida a una domanda stupida».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso