17 Gennaio Gen 2017 1333 17 gennaio 2017

Tutte le donne del più grande

Muhammad Ali nasceva 75 anni fa. 'The Greatest' sul ring, non lo è stato altrettanto nella vita privata. Dove, oltre a quattro moglie, ha collezionato anche numerose amanti.

  • ...

Il 17 gennaio 1942, dunque 75 anni fa, nasceva 'The Greatest', il più grande pugile nella storia della boxe: Cassius Clay, passato poi alla storia (anche) come Muhammad Ali. Scomparso il 3 giugno 2016 dopo aver combattuto a lungo contro un avversario impossibile da mettere al tappeto come il Parkinson, Ali è una delle più grandi icone, sportive e non, del Novecento. L'oro alle Olimpiadi di Roma, il titolo di campione dei pesi massimi contro Liston, la conversione all'Islam, il rifiuto di combattere in Vietnam e l'arresto, poi il ritorno sul ring, The Rumble in the Jungle contro Foreman a Kinshasa e poi Thrilla in Manila contro Frazier: della carriera di Ali sappiamo tutto. Molto meno della vita privata, altrettanto intensa e turbolenta, tra quattro moglie, diverse amanti e (almeno) nove figli.

SONJI, TROPPO OCCIDENTALE
Il 14 agosto 1964 Cassius Clay, che aveva già aderito alla Nation of Islam e cambiato legalmente il suo nome in Muhammad Ali, si sposò con la cameriera Sonji Roi, conosciuta appena un mese prima. Lei però non si convertì e continuò a vestire all'occidentale, usare il rossetto e stirare i capelli, cosa considerata da Ali retaggio della schiavitù e dunque inaccettabile. Lui, con la scusa della poligamia, collezionò amanti e ebbe una figlia da una relazione extra-coniugale con Patricia Harvell: Miya. Il matrimonio finì ufficialmente nel 1966, con il divorzio.

QUATTRO FIGLI CON BELINDA
Nel 1967 Ali si sposò con la 17enne Belinda Boyd, figlia di un militante della Nation of Islam. Il matrimonio durò quasi dieci anni, con quattro figli: Maryum nel 1968, le gemelle Jamillah e Rasheda nel due anni dopo, e il primo maschio, Muhammad jr. nel 1972. Belinda, che dopo il matrimonio cambiò nome in Khalilah Ali, non fu mai l'unica donna nella vita del campione, che sostenne negli anni difficili della squalifica per la renitenza alla leva: nel 1974 Ali ebbe una relazione con Wanda Bolton (che cambiò nome in Aaisha Ali), da cui ebbe un'altra figlia, Khaliah.

'MOGLIE' PRIMA DEL MATRIMONIO
La situazione precipitò l'anno successivo, quando Ali si portò a Manila l'amante Veronica Porché, attrice e modella che presentò come sua moglie. Belinda volò nelle Filippine e, da buona cintura nera di karate, mise (quasi) al tappeto il marito. Alì divorziò da Belinda nel 1976 e l'anno successivo sposò Veronica, da cui aveva già avuto la figlia Hana. La coppia ebbe anche un'altra figlia, Laila, che nata nel 1977 è stata un'eccellente pugile professionista, campionessa mondiale dei supermedi nel 2002. Il matrimonio con Veronica durò fino al 1986.

AL SUO FIANCO NELLA MALATTIA
Alla fine di quell'anno Ali, a cui era già stata diagnosticata la sindrome di Parkinson, convolò di nuovo a nozze, questa volta con Yolanda 'Lonnie' Williams, figlia di due vecchi amici dei genitori. La coppia adottò un bambino, di nome Asaad Amin. Se il conto delle moglie è semplice, quello dei figli decisamente meno, visto che nel corso degli anni ci sono state diverse persone che hanno affermato di essere figli biologici del celebre pugile. In tempi recenti lo hanno fatto Kiiursti, nata da una relazione di Ali con Barbara Mensah, e Osmon Williams, figlio di Temica, amante del campione negli Anni '70.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso