4 Gennaio Gen 2017 1812 04 gennaio 2017

Se la dieta è pericolosa

Il monito parte dall'Associazione dei dietisti britannici: «Un'alimentazione disintossicante non esiste». Il consiglio è quindi di nutrirsi sempre in modo appropriato.

  • ...
dieta

Almeno una volta nella vita ognuno di noi ha pronunciato le seguenti parole: «Dopo le feste mi metto a dieta». Purificarsi dopo gli eccessi culinari è infatti uno dei buoni propositi con cui spesso si sceglie di affrontare l'anno nuovo. Peccato che queste disintossicazioni rapide, così tanto di moda, sono più dannose che altro. Soprattutto se fatte magari con bevande a base di erbe e senza la supervisione di un dietologo. Per dimostrare gli effetti devastanti di alcune diete, i medici inglesi del Milton Keynes hospital hanno voluto segnalare il caso di una donna di 47 anni.

DIETA FOLLE
Dopo aver preso rimedi a base di erbe e aver bevuto troppa acqua nella speranza di perdere quei chili di troppo, la donna è stata ricoverata in gravi condizioni. E se la vicenda risale a qualche mese fa, i medici hanno voluto prenderla ad esempio come monito. Il concetto di depurarsi degli eccessi delle feste natalizie, infatti, non sempre è salutare. Soprattutto perché privo di ogni base scientifica. Nel caso descritto dai medici, la donna aveva preso un cocktail di erbe e rimedi alternativi a base di latte di cardo, I-teanina (amminoacido del te' verde), glutammina, composti della vitamina B, verbena e radice di valeriana, e bevuto moltissima acqua. Questo aveva portato un crollo dei livelli di sodio nel corpo portando la donna a sentirsi male.

MANGIATE BENE E SANO
L'Associazione dei dietisti britannici ritiene «l'idea stessa di disintossicarsi è un'assurdità. Non ci sono infatti pillole, bevande, cerotti o lozioni miracolose che lo fanno. Il corpo ha molti organi, come la pelle, l'intestino, il fegato e i reni, che purificano continuamente tutto il corpo». Insomma il consiglio è quello di seguire sempre una dieta equilibrata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso