14 Dicembre Dic 2016 1550 14 dicembre 2016

«Prima di twittare pensa»

Trasformata in un meme ironico e di dubbio gusto, Lizzie Velasquez ha risposto all'autore della vignetta. «Non importa ciò che facciamo o che aspetto abbiamo. A fine giornata siamo tutti uguali, tutti esseri umani».

  • ...
lizzie

«Pensate prima di twittare». Questo in sintesi il messaggio che Lizzie Velasquez ha affidato a un video pubblicato sulla sua pagina Instagram e che ha raggiunto oltre 70 mila visualizzazioni. Tutto è iniziato quando la donna, il cui corpo magrissimo è messo costantemente alla prova da una rara condizione genetica che le impedisce di immagazzinare grasso, è diventata su Internet un meme. In particolare qualche buontempone aveva sottratto un'immagine dal profilo social di Lizzie in cui lei, sorridente, si trovava sotto un albero. Il tutto condito dalla seguente frase: «Michael mi aveva detto che mi avrebbe incontrato sotto questa pianta per divertirci insieme». Visto l'aspetto non troppo giovanile di Lizzie, il geniale autore del meme (siamo sarcastici ovviamente) ha pensato bene di utilizzare una sua immagine per fare ironia spiccia sul tempo passato dalla ragazza ad aspettare il suo presunto fidanzato.

LA REPLICA
Quando è venuta a sapere che sul web cirvcolava una sua foto trasformata in meme, Lizzie Velasquez ha deciso di condividerla sul suo profilo Instagram. Accanto all'immagine si è lasciata andare a un lungo sfogo in cui spiegava il motivo per cui aveva deciso di rispondere in un qualche modo all'ignoto burlone. «Sto scrivendo questo post non come vittima ma come qualcuno che vuole denunciare il bullismo. Non importa ciò che facciamo o qual è il nostro aspetto fisico. A fine giornata siamo tutti uguali, tutti esseri umani». Nemmeno a dirlo il post ha raccolto più di 28 mila like con centinaia di utenti che hanno commentato appoggiando la battaglia della donna. «Quando vedi qualcosa online, ricordate che c'è un essere umano che viene influenzato da ogni cosa che dite o scivete».

ATTACCO REITERATO
Non è la prima volta che Lizzie subisce un trattamento del genere. Quando aveva 17 anni scoprì che su YouTube girava un tremendo video su di lei in cui veniva deriso il suo aspetto. Da quel giorno la Velasquez ha deciso di diventare un'attivista contro il bullismofacendosi promotrice di diverse campagne e attività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso