6 Dicembre Dic 2016 1850 06 dicembre 2016

Era l'Iron Lady dell'India

Ecco chi era Jayalalithaa Jayaram, la governatrice dello Stato meridionale del Tamil Nadu. Nonostante in passato sia stata accusata a più riprese di corruzione, era venerata da milioni di cittadini.

  • ...
Jayalalithaa Jayaram

«Con indescrivibile dolore annunciamo la triste morte della nostra stimata governatrice». Così l'ospedale Apollo di Chennai ha annunciato il decesso, per arresto cardiaco, di Jayalalithaa Jayaram, ex attrice e governatrice dello Stato meridionale del Tamil Nadu. Era ricoverata da 75 giorni.

VENERATA DAL POPOLO
Affettuosamente conosciuto come «Amma» (madre), 68enne, ha guidato il suo Paese di nascita in modo intermittente a partire dai primi Anni '90. In previsione del decesso, la polizia si è appostata di fronte l'ospedale per contrastare il rischio di atti violenti: il culto intorno alla sua persona è tale che in passato alcune persone sono arrivate a mutilarsi o persino a suicidarsi, in segno di sostegno. Quando la morte è stata confermata, riporta LaPresse.ca, i media hanno mostrato centinaia di 'fedeli' in lacrime di fronte l'ospedale. Molti si sono raccolti davanti casa della donna.


IL SALUTO DEL PARTITO
Il suo partito politico (All India Anna Dravida Munnetra Kazhagam, AIADMK), ha commentato la notizia con un post su Twitter: «La nostra amata leader, l'Iron Lady dell'India, non c'è più», aggiungendo che il corpo dovrebbe essere esposto in un edificio pubblico in modo che tutti possano andare a renderle omaggio.

IL CULTO
Figura di spicco nella politica del Tamil Nadu, Jayalalithaa ha ispirato un culto di tipo quasi religioso: i suoi ministri erano abituati a inchinarsi di fronte a lei e i suoi sostenitori facevano a gara per esprimere il loro fervore: alcuni si sono fatti tatuare il suo viso sulla pelle. Da quando è stata ricoverata, Dal momento che il suo ricovero in ospedale, le riunioni ufficiali del governo sono state 'presiedute' dalla sua fotografia sul tavolo.

IL CINEMA E LA SALITA AL POTERE 
Giocando abilmente con la popolarità conferitale dall'esperienza cinematografica (è comparsa in 140 film), è riuscita facilmente a scalare i ranghi del partito, per poi diventare governatrice nel 1991. Il suo governo è stato negli anni regolarmente interrotto da accuse e condanne per corruzione.

LA CORRUZIONE
Nel 1997, la polizia aveva scoperto durante una perquisizione delle sue proprietà 10 mila e 500 sari, 750 paia di scarpe e una cintura d'oro tempestato di diamanti da un chilo e mezzo. È stata brevemente imprigionata due volte, l'ultima nel 2014. Le accuse di menzogna e autoritarismo non hanno però mai intaccato la sua popolarità e sotto la sua guida Tamil Nadu è diventato uno degli Stati più prosperi dell'India.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso