2 Novembre Nov 2016 1844 02 novembre 2016

Il Cupido (italiano) di casa Trump

Se Donald e Melania sono marito e moglie da 11 anni il merito è suo: fu l'imprenditore milanese Paolo Zampolli a farli conoscere a un party. Lei lo snobbò, ma qualche settimana dopo cambiò idea.

  • ...
UN Ambassador Paolo Zampolli Event

Si chiama Paolo Zampolli, ed è stato una delle persone più importanti per Donald Trump. Se il candidato repubblicano alle elezioni americane e Melania Knauss sono marito e moglie, infatti, il merito è tutto suo.
Classe 1970, nato a Milano, imprenditore facoltoso, lavora a New York nel campo dell'edilizia ed è ambasciatore all’Onu per il Commonwealth of Dominica. Quando Donald conobbe Melania, sposata nel 2005, era ancora un uomo impegnato: la pratica di divorzio con Marla Maples, la sua seconda moglie, era ancora aperta. Non solo: il magnate americano aveva anche un'amante, la donna d’affari norvegese Celina Midelfart. Ma si sa, Donald in fatti di donne si è sempre fatto pochi problemi. E l'incontro con una donna cambiò la sua vita.

UNA VITA DA LIMOUSINE
«Ci siamo cambiati la vita a vicenda. Io gli ho presentato Melania e lui mi ha trasformato in Director of International Development del suo impero del real estate. Grazie a Donald ho preso il patentino da immobiliarista. Se lo chiamo, nel giro di 24 ore mi risponde sempre», ha dichiarato in un'intervista. «Ma quando, nel ’96, ho conosciuto Donald a uno spettacolo di David Copperfield, avevo fondato da poco la ID Models. Facevamo una vita da limousine. Trump era uno di quei tycoon a cui piaceva divertirsi e che tutti volevano invitare agli eventi. Per questo, due anni dopo, alla festa della mia agenzia durante la Fashion Week di New York, lui era sulla lista Vip».

GALEOTTA FU LA FESTA
Fu in quell'occasione che Zampolli presentò a Trump la modella slovena - all'epoca 25enne - Melania. Lui rimase stregato. Le chiese il numero di telefono per corteggiarla, ma lei non glielo diede: non voleva diventare una delle tante del signor Trump. Guadagnava già abbastanza, e le foto delle sue campagne pubblicitarie (come quella della Camel) campeggiavano su Times Square a New York.
Non finì così però: qualche settimana più tardi, a una cena a casa del signor Zampolli, Trump si presentò con Melania. «Non ho fatto domande. È nata così una relazione solida, costruita per tappe fine alle nozze. Quel giorno a Palm Beach io c’ero. Fu sensazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso