27 Ottobre Ott 2016 1220 27 ottobre 2016

La «viziata» di casa Clinton

Nelle mail, lo staff di Hillary le riservava un giudizio poco lusinghiero. Ma ora Chelsea è diventato un volto importante per la campagna elettorale. Ecco dieci curiosità su di lei.

  • ...
<<enter caption here>> at Conde Nast on October 29, 2015 in New York City.

Lo staff di Hillary di certo non la adorava. Per loro, Chelsea Clinton non era altro che una «ragazzina viziata»: così la definivano nelle mail divulgate al pubblico da Wikileaks. E, forse, proprio per correggere questo giudizio poco lusinghiero si sono decisi a portarla sul palco e metterla sotto i riflettori degli ultimi scampoli di campagna elettorale.

SENZA SOSTA
Ma Chelsea Clinton, classe 1980, è da sempre molto di più di una già first daughter. «Determinata, intelligente e talentuosa», così la definiscono quelli che hanno avuto a fare con lei, in totale controtendenza rispetto ai collaboratori della madre. Sarà questo il motivo che ha permesso a Chelsea, a soli 35 anni, di avere un curriculum e una biografia costellate da piccole grandi imprese e una sfilza di curiosità tali da renderla già di per sè una persona decisamente non comune. Ecco, allora, le 10 cose da sapere sulla futura, per la seconda volta, first daughter. Forse.

1. IL NOME
Dietro la scelta del nome Chelsea c’è una canzone di Joni Mitchell, Chelsea Morning, uscita nel 1969, che è stata a lungo la musica del cuore di Bill e Hillary ai tempi del College.

2. GENIUS
Alle scuole elementari Chelsea saltò un anno. I suoi insegnanti decisero che era matura e preparata al punto giusto per passare direttamente dalla seconda classe alla quarta.

3. BELLA DI PAPÀ
Alla Casa Bianca, dove trascorse gli anni dell’adolescenza (dal 1993 in poi) Chelsea aveva una sua scrivania nell’ufficio del padre, per poter così passare qualche momento in più con lui, soprattutto al mattino per una colazione tra figlia e papà. Anche ai tempi in cui era governatore dell’Arkansas, Bill Clinton aveva in studio una scrivania per la figlia.

4. PERCHÉ NON DURACELL?
Sempre ai tempi dei suoi anni alla Casa Bianca, Chelsea era così impegnata tra scuola, corsi di teatro, lezioni di balletto, campus di matematica, squadra di calcio e corsi di tedesco che mobilitava spesso le squadre speciali del servizio segreto al seguito del presidente. E, proprio per questo, il nome in codice scelto per lei era Energy.

5. TRA MOGLIE E MARITO
Pochi lo sanno ma, malgrado i suoi 18 anni, fu proprio Chelsea Clinton una delle consigliere più ascoltate, dalla madre e dal padre, durante lo scandalo Lewinsky. Nella prima foto che ritraeva i due di nuovo insieme, per mano, c’era proprio lei, Chelsea, al loro fianco. In quel periodo l’unico politico ad avere il numero di telefono di Chelsea fu il reverendo Jesse Jackson, che aiutò la famiglia presidenziale, in quel periodo, offrendo anche il suo sostegno spirituale.

6. LA STUDIOSA DI CASA
Grazie a quell’anno saltato alle elementari, Chelsea a 17 anni era già al College, il prestigiosissimo Stanford in California. Chelsea era convinta di diventare un medico. Ma dopo un anno ripiegò su storia. E dopo la laurea decise di specializzarsi in relazioni internazionali, studiando anche a Oxford, in Inghilterra. A 23 anni diventò consulente alla McKinsey and Company di New York.

7. SU DI NOI NEMMENO UNA NUVOLA
Nel luglio del 2010 Chelsea ha sposato a Rhinebeck, nello Stato di New York, Marck Mezvinsky, anche lui figlio di politici. In occasione del matrimonio, celebrato con rito misto metodista ed ebreo, venne chiuso lo spazio aereo sulla zona per evitare l’invasione di elicotteri con paparazzi.

8. SBATTI LA FIGLIA IN PRIMA PAGINA
Chelsea Clinton ha già fatto anche la giornalista. Dal 2011 al 2014 è stata special corrispondent per la Nbc, curando una serie di trasmissioni intitolate Making a difference, con uno stipendio che fece molto discutere: 600 mila dollari all’anno.

9. DI MADRI IN FIGLIE
A settembre del 2014 è diventata mamma di Charlotte. Pochi giorni dopo il parto ha detto: «spero di essere per Charlotte e per gli altri figli che avrò un'ottima madre, come Hillary lo è stata per me».

10. NON LE RESTA CHE LA CARNE
Chelsea è stata vegana per scelta, negli anni della sua prima giovinezza. Mentre tuttora, per problemi di salute, non può mangiare glutine, essendo celiaca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso