17 Ottobre Ott 2016 1400 17 ottobre 2016

La dolce attesa è senza zucchero

Condotto su un campione di 500 donne, uno studio presentato all'American Society of Reproductive Medicine ha dimostrato quanto i dolcificanti, naturali e artificiali, siano dannosi ai fini di una gravidanza.

  • ...
Fecondazione Assistita

Un luogo comune riguardo agli effetti benefici degli zuccheri artificiali è che questi siano salutari. Stando, invece, a quanto dichiarato da Gabriela Halpern, dottoressa nutrizionista del Fertility Medical Group brasiliano, «la maggior parte della popolazione non è consapevole dei pericoli che si nascondono dietro le (finte) promesse di riduzione di calorie dei dolcificanti non naturali». A rischiare ancor di più, però, secondo la Halpern, sono coloro che ricorrono alla riproduzione assistita. Infatti, in base agli studi condotti su donne sottoposte a trattamenti per la fertilità e presentati al congresso dell'American Society of Reproductive Medicine, i dolcificanti riducono sensibilmente le possibilità di concepimento.

LO  STUDIO
Durato due anni, lo studio - eseguito su circa 500 donne - ha dimostrato che tanto le bevande dietetiche quanto quelle 'normalmente' zuccherate producono ovuli con difetti. «Questa indagine, inoltre, suggerisce quanto le false promesse dei dolcificanti possano avere effetti negativi sulle possibilità di concepimento anche a lungo termine», aggiunge Adam Balen, professore di medicina e chirurgia riproduttiva alla British Fertility Society.

IL PARERE AVVERSO
Contraria al risultato ottenuto è, invece, Catherine Collins, dietista e portavoce della British Dietetic Association. Secondo la Collins, infatti, sebbene possa esserci una relazione tra i fattori, non è stato dimostrato nessun rapporto causa-effetto tra alimentazione priva di zuccheri e buon esito del trattamento per la fertilità. «Questo studio non prova concretamente che l'uso di dolcificanti artificiali è un rischio. Semplicemente, diminuire gli zuccheri è una scelta positiva indipendentemente da una eventuale gravidanza», ha concluso la dottoressa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso