3 Ottobre Ott 2016 1750 03 ottobre 2016

Straziami ma di trash saziami

Gli intellettuali social addicted si indignano dopo l'imbarazzante discussione tra Bettarini e Russo al Grande Fratello Vip. Vogliono l'espulsione dei concorrenti. Ma tra ipocrisia e tivù spazzatura, cos'è che fa più male?

  • ...
stefano bettarini clemente russo

Arriva il Grande Fratello Vip, emblema perfetto del trash televisivo, e con la forza di un uragano riesce a far parlare di sé tutti gli intellettuali social-addicted d'Italia. L'ennesimo polverone si è alzato davanti all'argomento che ogni volta (e sempre peggio) nel Bel Paese riesce a infervorare gli animi degli indignati, a muovere i cortei, a regalare popolarità, voti e like a tutte le persone in grado di trovare le parole giuste per dire le solite, trite, ritrite e scadute, banalità. L'argomento in questione è (rullo di tamburi) donne, sessismo, femminicidio. Ebbene, signori e signore, dopo il Fertility Day e il caso Cantone, i nostri del web hanno trovato pane per i loro denti anche nella casa televisivamente parlando più famosa d'Italia.

Non sto seguendo il reality show ma notando in questi giorni che sui social tutti citavano lo 'scandalo' avvenuto al suo interno, ho provato a informarmi. Solo così ho scoperto che la ricaduta nella generale ossessione 'digita e posta' compulsiva è stata scatenata da uno scambio tra due dei personaggi che abitano la villetta di Cinecittà: Stefano Bettarini e Clemente Russo. Se il primo è re della mediocrità sportiva e contestualmente 'maschione' dai mille trofei, il secondo è atleta dalle tante medaglie e macho dalle (chiamiamole) antiche vedute.

Ecco, in sintesi, cosa è successo. I due protagonisti, col fare di una coppia di 12enni che ha appena scoperto la gioia della masturbazione, si sono accomodati su un divano della casa per discutere dei fatti loro. Bettarini ha raccontato di tutte le corna fatte a Simona Ventura durante il matrimonio e ha citato anche un presunto tradimento di lei. Russo, da parte sua, si è mostrato entusiasta davanti alle gesta ero(t)iche dell'ex calciatore, e 'severo' invece con la conduttrice che ha definito «Zoccola», aggiungendo: «Menomale che non l'hai sorpresa sul fatto sennò la lasciavi morta».

Apriti cielo. Sul web, immediatamente, s'è alzata a grande voce l'indignazione. La Lucarelli, al suo solito, ha propinato ai lettori del Fatto Quotidiano il suo sempreverde discorso antisessista-populista: «Non passi l’idea che la bestemmia venga punita e lo zoccola a una donna sia acqua fresca»; sulla stessa scia Francesca Barra, con la altrettanto consueta sentenza moralista: «Chieda scusa ai figli e alle persone che ha coinvolto», tale Dj Aniceto, e non solo lui, opinion leader su Twitter, ha parlato di istigazione al femminicidio.

Credo che certi commenti diano perfettamente idea delle pessime acque in cui navighiamo. Siamo arrivati al punto in cui ci indignamo per due ignoranti (persone che ignorano l'amore, la bellezza, la legalità, il rispetto e così via) che dicono una serie di asinerie in tivù. Riusciamo a credere, o a fingere di farlo, che Clemente Russo (personaggio conosciuto, tra l'altro, soltanto dagli amanti del pugilato), con una frase di tale volgarità e bassezza, possa farsi portatore di un qualche 'cattivo' messaggio. Ma con quale autorevolezza? Stiamo parlando del rappresentante massimo dell'ignoranza italiana in una casa che già di per sé non raccoglie, diciamolo, le nostre più grandi menti. Cosa ci si aspettava di trovare al Grande Fratello Vip? I banchetti filosofici?

Dagli uomini che non fanno che vantarsi delle loro 'imprese', corna e violenze comprese, non è certo la tivù a doverci 'difendere', se proprio riteniamo opportuna questa tutela. Sono dell'idea che nascondere il 'male' sia controproducente. Mostrarlo, invece, può rivelarlo in tutta la sua bestialità. E le basi per comprenderla, questa bestialità, si formano altrove. Davvero Selvaggia Lucarelli e quelli come lei (che vogliono l'espulsione immediata dei due concorrenti) pensano che l'educazione dei giovani e meno giovani di questo Paese passi tramite la casa del Grande Fratello? No, non lo pensa nessuno di loro, ma la questione è calda sui social e oggi funziona così. Sono convinta anche che a uccidere questa società, a tenerla incastrata nel perverso meccanismo in cui si trova, sia questa assurda e comoda dinamica ipocrita (solo polemiche, tante polemiche, infinite, inutili, polemiche). Quali le soluzioni, a mio avviso, più oneste? Cancellare tutto il reality, oppure lasciarlo vivere di sé stesso: ovvero di trash. Di cos'altro sennò? Ma accontentino il popolo social ed eliminino Bettarini e Russo dal programma. Non si risolverà nulla, ovviamente. Ma tornerà il silenzio. Almeno per un po'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso