30 Settembre Set 2016 1456 30 settembre 2016

Dior, Maria Grazia Chiuri debutta a Parigi

È la prima stilista di sesso femminile ad assumere il ruolo di direttore creativo della maison. Da Ferré a Galliano, ecco chi l'ha preceduta.

  • ...
dior stilisti

Alla settimana della moda è arrivato l'attesissimo momento dell'italiana Maria Grazia Chiuri. La stilista, approdata in casa Dior nell'estate 2016, presenta (il 30 settembre alle 14.30) la sua collezione di 'debutto' disegnata per il marchio. Nessun donna, prima di lei, aveva avuto l'onore di prendere il posto di direttore creativo della maison. A curare l'immagine del brand, fino al suo arrivo, erano stati solo stilisti di sesso maschile.

YVES SAINT LAURENT
L'erede diretto di Christian Dior fu Yves Saint Laurent che prese il posto del suo mentore quando questo morì, nel 1957. Il suo stile originale ma allo stesso tempo 'fedele' incantava la critica. A causa della leva obbligatoria, però, dovette lasciare la casa di moda dopo soli tre anni. E al ritorno aprì uno studio indipendente.

MARC BOHAN
Al posto di Saint Laurent, arrivò Marc Bohan, il quale riuscì a mantenere alta l'eleganza e la freschezza dello stile Dior. Anche nel suo caso, la critica si mostrò entusiasta: lo stilista rimase fedele alla maison per ben 25 anni.

GIANFRANCO FERRÉ
Nel 1989 assunse la direzione artistica della casa di moda Gianfranco Ferré. Il suo arrivo non fu preso benissimo dai francesi, che non apprezzavano molto il fatto che un italiano, per quanto talentuoso, assumesse un ruolo così importante nella maison. In un'intervista Pierre Bergé dichiarò: «Non credo che aprire le porte a uno straniero possa rispettare lo spirito creativo francese». Poco male: la prima collezione dello stilista fu premiata con il prestigioso Dé d'Or e il suo incarico fu confermato fino al 1996.

JOHN GALLIANO
Dopo Ferré arrivò il momento di John Galliano, artista eclettico il cui estro permise alla casa di moda di vivere un periodo di grande evoluzione. Confermata dai ricavi: nel 2006 il fatturato della maison è arrivato a 3,5 miliardi, il 15% in più rispetto a quello relativo al 2004.

RAF SIMONS
Nel 2012 è stato annunciato l'arrivo di Raf Simons, il quale però dopo soltanto tre anni e mezzo ha deciso di abbandonare. L'annuncio delle dimissioni è stato dato nell'ottobre del 2015: «È una decisione basata esclusivamente sul mio desiderio di focalizzarmi su altri interessi della mia vita, soprattutto sul mio brand e sulle passioni che esulano dal mio lavoro». Lo stilista ha lasciato il posto a Maria Grazia Chiuri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso