28 Settembre Set 2016 1243 28 settembre 2016

Uomini che si smaltano le unghie (contro la violenza)

All'iniziativa, promossa dalla no-profit Ygap, ha aderito anche Chris Hemsworth. Che si è dipinto solo un'unghia, perché «un bambino su cinque subisce violenze fisiche e mentali prima dei 18 anni».

  • ...
Chris Hemsworth

Occhi azzurri, capelli castani, corpo da adone e un'unghia smaltata. Lunedì 26 settembre, l'attore australiano Chris Hemsworth ha pubblicato su Instagram una foto in cui mostra fiero la sua mano: l'indice è tinto di rosso. Trovata pubblicitaria per un nuovo film? Moda del momento? Niente di tutto ciò. Il 33enne ha deciso di aderire e sostenere la campagna The Polished Man lanciata da Ygap, un'organizzazione internazionale no-profit che si occupa di «alleviare le povertà». Questa associazione, supportando gli imprenditori locali, si concentra su iniziative già esistenti per migliorare l'educazione o la sanità, creare lavori o costruire case più sicure. Nella foto, il Thor dell'omonimo film ha spiegato il perché di una sola unghia: «Un bambino su cinque subisce violenze fisiche e mentali prima dei 18 anni. Questo è troppo. Per il mese di ottobre dipingerò un'unghia per rappresentare questa statistica e smuovere le coscienze affinché non ci siano più violenze contro i bambini».

POLISHED MAN
L'iniziativa 'sfida' gli uomini a dipingere un'unghia della mano durante il mese di ottobre per incrementare i fondi per i bambini vittime di violenze fisiche o sessuali. L'idea è partita dall'incontro di Elliot Costello, il fondatore di Ygap, con una bambina cambogiana con le unghie laccate che aveva subito abusi sessuali. «Quest'unghia dà vita a una conversazione, la conversazione ispira una donazione. Ciò porta a una presa di coscienza e finisce con un mondo in cui i bambini non soffrono più », è spiegato sul sito. Il progetto ha radunato volti più o meno noti e ha anche incoraggiato le donne del mondo a sostenere l'iniziativa. Nella gallery alcuni scatti postati su Instagram con l'hashtag #polishedman.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso