27 Settembre Set 2016 2007 27 settembre 2016

Fiori d'arancio per Ferzan

Il regista e il suo compagno Simone Pontesilli si sono detti «sì» al Campidoglio. Tutto il contrario di quanto aveva affermato nell'ormai lontano 2012 quando rifuggiva l'idea di un possibile matrimonio.

  • ...
Ferzan Özpetek

«Non è che sono contrario al matrimonio. Al contrario. Penso che un uomo e una donna siano le persone meno adatte a sposarsi tra di loro. Troppo diversi, capisci?». Era il 1991 e un allora 38enne Massimo Troisi, in Pensavo fosse amore, invece era un calesse, esponeva la sua idea sulle nozze. A 21 anni di distanza, nel 2012, è stato Ferzan Özpetek, a dire la sua: «Sono contrario a ricorrere all'istituto del matrimonio». Insomma all'epoca sembrava che i fiori d'arancio per  il regista turco naturalizzato italiano non fossero contemplati.

HA DETTO SÌ 
Ma a dispetto di quanto affermato in passato, la mattina del 27 settembre 2016, Özpetek e il suo compagno Simone Pontesilli hanno deciso di unirsi nel vincolo del matrimonio. Il «» è così stato pronunciato dai due al Campidoglio in forma strettamente privata. Dopo la cerimonia, i neosposini sono andati via in scooter facendo perdere le loro tracce. Raggiunto telefonicamente dal Corriere della Sera il regista ha chiuso la questione con un gentile ma risoluto «è una vicenda privata», chiudendo (al momento) la questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso