23 Settembre Set 2016 1910 23 settembre 2016

Non sono razzista, è la sfocatura che è nera

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin cerca di giustificarsi per l'ultimo volantino. Ma la sua spiegazione non fa altro che amplificare la gaffe.

  • ...
beatrice lorenzin


Pensavamo che la campagna del Fertility Day avesse esaurito il suo serbatoio di gaffe, strafalcioni e messaggi degni del Ventennio. Dopo la gaffe razzista dell'ultimo volantino, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha cercato di giustificarsi spiegando che quella non era la grafica da lei approvata: «In una c'è un'immagine molto sfuocata dove non si vedono i colori». Che non suona proprio come la migliore delle giustificazioni, visto che a molti è suonata come: «C'erano dei neri, ma li abbiamo oscurati».

SEMPRE COLPA DI QUALCUN ALTRO
Per quanto il ministro Lorenzin si affanni a sottolineare le differenze tra un volantino e l'altro, dove l'immagine dovrebbe apparire più stilizzata e 'neutra', è davvero difficile coglierle. Il risultato è che la difesa del ministro si candida di diritto tra le più impervie arrampicate sui vetri di sempre. E sottolinea, una volta di più, l'incapacità di una certa classe politica italiana di assumersi le proprie responsabilità. L'importante è trovare sempre un capro espiatorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso