16 Settembre Set 2016 1411 16 settembre 2016

Sempre al suo fianco

Franca Pilla e Carlo Azeglio Ciampi si conobbero quando avevano 18 anni e studiavano a Pisa. Da allora non si sono più lasciati. Ed è stata proprio lei a 'indirizzarlo' verso il Quirinale.

  • ...
franca-pilla

Il 16 settembre 2016, all'età di 95 anni, è morto Carlo Azeglio Ciampi, presidente emerito della Repubblica. Accanto a lui, come sempre, la moglie Franca Pilla. La prima vera First Lady d'Italia e la donna che, seppur inconsapevolmente, ha indirizzato la carriera del marito verso la politica.

70 ANNI DI MATRIMONIO 
Nata a Reggio Emilia il 19 dicembre 1920 in una famiglia profondamente cattolica e benestante di origine molisana, Franca Pilla nasce appena dieci giorni dopo il futuro marito, livornese: i due si conoscono a Pisa, entrambi studenti universitari alla Scuola Normale, quando hanno 18 anni. («Ero una ragazzina minuta, piccola e magrolina. Ci innamorammo subito. E da quel momento non ci siamo lasciati. Mai», ha raccontato a Repubblica nel 2000). Si fidanzano a 24 e, dopo la guerra, si sposano nel 1946 a Bologna, dove lei nel frattempo si era trasferita. Nello stesso anno, è proprio Franca a convincere Carlo Azeglio a partecipare a un concorso per un posto da impiegato alla Banca d'Italia: senza saperlo, lo ha avviato lungo il cammino che lo porterà fino al Quirinale.

LA PRIMA FIRST LADY
Ciampi abbandona così l'insegnamento di latino e italiano nella sua Livorno e inizia a lavorare alla Banca d'Italia, dove rimane per ben 47 anni. Da semplice impiegato, in giro per le filiali, scala tutte le gerarchie e diventa governatore, incarico che ricopre dal 1979 al 1993. È l'anticamera della politica: Ciampi, sempre con Franca al sui fianco, diventa prima Presidente del Consiglio (1993-1994), poi Ministro del Tesoro (1996-1999) e, infine, Presidente della Repubblica. Nel giorno del giuramento del marito al Quirinale, a una cronista che le chiede se è commossa, Franca risponde divertita: «Ma cocca, Franca Ciampi non piange mai». La vicinanza tra i due è palpabile durante il settennato, con Franca è sempre a fianco del marito, sia in Italia che all'estero, un 'fattore' che riavvicina l'opinione pubblica alla figura del Presidente, al punto che oggi è considerata la prima First Lady della Repubblica.

FUORI DAGLI SCHEMI
Donna forte
e 'poco di casa', visto che tra l'altro non ha mai amato cucinare, Franca Pilla non solo non rimane in ombra come le consorti dei presidenti che l'hanno preceduta, ma fa addirittura discutere con dichiarazioni fuori dal protocollo: famosa l'esternazione sulla «tivù deficiente», cattivo modello per le nuove generazioni, oppure la volta in cui, durante una visita a Napoli dichiarando che «la gente del sud è più buona e intelligente», scatena la reazione stizzita del leghista Roberto Calderoli. Durante la sua permanenza al Quirinale, in accordo con il marito, fa istituire il il Premio Consorte del Presidente della Repubblica conferito annualmente a figure femminili impegnate nell’ambito sociale. «Adesso me lo posso godere di nuovo, come un marito»: così nel 2006 Franca saluta la fine del settennato del marito. E se l'è goduto, il suo Carlo Azeglio, per altri dieci anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso