14 Settembre Set 2016 1922 14 settembre 2016

Ora Trump 'pensa' alle mamme

Durante un incontro ad Aston il candidato repubblicano ha voluto 'coccolare' un po' le donne, promettendo alcune facilitazioni economiche a coloro che lavorano e hanno bambini da accudire.

  • ...
donald trump

Il 13 settembre, durante un incontro ad Aston, Donald Trump ha dato il meglio di sé. Approfittando del momento delicato della Clinton, (attaccata su più fronti a causa di una polmonite 'nascosta' agli elettori), il candidato repubblicano ha deciso di andare avanti nella sua campagna 'coccolando' un po' le donne.

IL SUPPORTO DI IVANKA
Supportato da sua figlia Ivanka (mamma di tre bambini), Trump ha detto di voler facilitare le mamme lavoratrici, proponendo il congedo di maternità e la possibilità di detrarre dalle imposte le spese per le cure dei bambini.

NORME A FAVORE DELLE MAMME
Nello specifico, il repubblicano annunciato la generalizzazione di un congedo di maternità remunerato per sei settimane. Negli Stati Uniti una legge federale garantisce 12 mesi di congedo, ma non remunerato: una norma che, tra l'altro, riguarda soltanto le aziende con più di 50 lavoratori e gli impiegati a tempo pieno. Le misure proposte da Trump, secondo quanto riportato da Obs, si applicherebbero invece a tutti i genitori soli che guadagnano meno di 250 mila dollari all'anno o alle coppie che non superano i 500 mila. «Abbiamo bisogno che le madri siano ricompensate abbastanza per il loro lavoro e abbiano accesso a cure di qualità e prezzi accessibili per i loro figli», ha detto il candidato davanti al pubblico Aston.

UNA PROPOSTA PARTICOLARE
Una proposta abbastanza particolare da parte del candidato repubblicano che, è storia nota, in tante occasioni non si è mostrato per nulla sensibile nei confronti delle donne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso