9 Settembre Set 2016 1857 09 settembre 2016

Instagram: «Vade retro, ciclo»

Dopo aver pubblicato alcune le foto nel quale si vede il sangue mestruale di una modella, la fotografa Harley Weir è stata sospesa dal social. La 'censura' ha provocato diverse polemiche e ora il profilo è stato riattivato.

  • ...
harley weir

È stato riattivato il profilo Instagram della fotografa Harley Weir, sospeso a causa della pubblicazione, da parte dell'artista, di foto che ritraevano una modella con il suo sangue mestruale in vista. La 'censura' ha provocato diverse polemiche e il social delle immagini, nell'annullare la sospensione, ha chiesto scusa, dicendo che si è trattato di un 'errore': «Nel rivedere i contenuti segnalati dalla comunità Instagram, non sempre facciamo le cose nel modo giusto e abbiamo erroneamente rimosso l'immagine e temporaneamente sospeso l'account. Appena siamo stati avvertiti della svista, abbiamo ripristinato il contenuto».

REGOLE UN PO' PARADOSSALI
Parlando con The Indipendent, pur ammettendo di comprendere e approvare le regole di sicurezza imposte dai social network, la Weir ha sottolineato quanto queste siano spesso 'paradossali': «Capisco che è difficile tenere sotto controllo un'app di queste dimensioni e capisco il bisogno di censurare alcune immagini perché usano la piattaforma anche i bambini, che comunque credo siano stati quasi tutti allattati al seno e quindi ne hanno già visto uno (Instagram  censura anche le foto dei capezzoli, ndr)», ha detto l'artista. Poi ha aggiunto: «Quando cerchi su Instagram, però, trovi ragazze in tanga che si fanno selfie allo specchio, e questo è consentito. Penso ci siano cose molto più perverse su Internet e commenti molto più  odiosi. È divertente vedere dove loro tracciano la 'linea'».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso