6 Settembre Set 2016 1528 06 settembre 2016

«Nessuno dovrebbe nascondere le proprie gambe»

Lanciata a gennaio 2016 in Sudafrica, la campagna #ThighsForJeaux sta vivendo una nuova vita negli Usa. In contrasto soprattutto per la nuova moda che vuole le gambe delle ragazze magre e ben separate tra loro.

  • ...
Gambe

Pelose o depilate. Grasse o magre. Muscolose o con un po' di cellulite. Le gambe delle donne arrivano su Twitter. E lo fanno completamente al naturale, coi loro pregi e coi loro difetti. Grazie all'hashtag #ThighsForJeaux, le cosce sono sbarcate sul microblog. Il messaggio espresso è ben chiaro: «Amatevi per quello che siete». La campagna ha infatti lo scopo di 'decomplessare' le donne che non si piacciono fisicamente. A lanciarla è stata, quasi per gioco a gennaio 2016, una 21enne sudafricana. Intervista da Marie Claire, la giovane ha dichiarato che «nessuno dovrebbe nascondere il proprio corpo o sentirsi limitato a causa degli sguardi indiscreti degli altri». Un messaggio forte che nel giro di poco ha preso piede in tutto il Paese varcando anche i confini nazionali.

Tweet riguardo #ThighsForJeaux


IL NUOVO BOOM
Ecco che a mesi da quella data, l'hashtag sta vivendo una nuova vita negli Stati Uniti. Qui molte donne hanno infatti deciso di pubblicare su Twitter foto delle loro gambe senza l'utilizzo di filtri o photoshop. Tutto questo soprattutto in contrasto col tentativo di contrastare la nuova moda, nata soprattutto tra le giovanissime, che glorifica quei corpi le cui gambe non si sfiorino nemmeno all'altezza del cavallo. Stereotipo presunto di bellezza ma simbolo assoluto di un'eccessiva magrezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso