24 Agosto Ago 2016 1417 24 agosto 2016

Rupert Grint dopo Harry Potter

L'attore inglese che ha prestato il suo volto a Ron Weasley compie 28 anni. Ma dopo la saga del maghetto, la sua carriera si è un po' arenata. Ecco i film a cui ha preso parte negli ultimi anni.

  • ...
A Celebration Of Harry Potter

Forse è un po' presto per decretare la fine artistica di Rupert Grint, l'attore inglese noto per aver interpretato Ron Weasley nella saga cinematografica di Harry Potter. Ma mentre Daniel Radcliffe ed Emma Watson (soprattutto quest'ultima) sembrano essere riusciti a smarcarsi dagli ingombranti ruoli che li hanno resi famosi, la carriera di Grint sembra essersi persa tra ruoli da doppiatore o in film di modestissime ambizioni. Qualcosa potrebbe però cambiare nei prossimi mesi, perché Rupert è stato scelto come protagonista per la serie tivù Snatch, tratta dall'omonimo film di Guy Ritchie. Basterà per far tornare a brillare la sua stella? Vedremo. Intanto, se vi sentite in colpa per esservi dimenticati di quello che per almeno una decina d'anni è stato il rosso più famoso del pianeta, non preoccupatevi: a rimettervi in pari con la carriera di Rupert Grint ci pensiamo noi. Film per film.

RIPARTENZA IN SORDINA
Il 2012 è l'anno di Prigionieri del ghiaccio, che racconta di come un gruppo di soldati inglesi e tedeschi si ritrovino, nel bel mezzo della Seconda guerra mondiale, isolati in una terra gelida e selvaggia. Il film è basato su eventi realmente accaduti, ma è stato praticamente ignorato dalla critica.

UNA STORIA TRISTE
La prima avventura post-potteriana di Grint è Super Clyde (2013), un film tivù dove interpreta il ruolo di un dipendente di un fast food che decide di trasformarsi in un supereroe. Se vi sembra triste, è perché effettivamente lo è.

ANCORA PITON
Se vi siete anche perse il successivo film di Rupert, Cbgb (2013), non è colpa vostra. Ma il film è talmente dimenticabile che in Italia è stato distribuito solo su iTunes e non è mai approdato nelle sale cinematografiche. Il lungometraggio racconta le vicende che si svolgono intorno al celebre locale newyorkese Cbgb, mecca della musica punk. Nel cast, Rupert reincontra il professor Piton: il compianto Alan Rickman.

CHI VA CON LO ZOPPO...
Rimaniamo nel 2013, con Charlie Countryman deve morire. Un film con protagonista un altro attore che non sembra avere bene idea di che cosa vuole fare nel prosieguo della sua carriera: Shia LaBeouf. La vicenda racconta di un ragazzo che si innamora di una ragazza rumena la cui insensibilità è causata dai comportamenti violenti del suo ex.

(NON) CHIUDERE IN BELLEZZA
L'ultima fatica di Rupert risale al 2015. Si tratta di Moonwalkers, commedia farsesca che vede protagonista un agente della Cia alleato con un manager musicale per mettere in scena uno sbarco sulla Luna fasullo. Inutile dire che, anche in questo caso, la critica non è stata clemente. Il pubblico, invece, l'ha praticamente ignorato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso