23 Agosto Ago 2016 1443 23 agosto 2016

Predicavano bene, razzolavano male

Scandalo in Marocco: due amanti clandestini, vicini al primo ministro, sono stati sorpresi dalla polizia mentre facevano sesso in auto. Adesso saranno processati.

  • ...
marocco

Uno scandalo a luci rosse sta scuotendo il Marocco: i protagonisti sono Moulay Omar Benhammad e Fatima Nejjar, coppia sorpresa dalla polizia di Casablanca in inequivocabili atteggiamenti intimi in auto e, per questo, sarà processata. Non è tanto questo lo scandalo, quanto il fatto che lui, docente universitario, aveva emesso una fatwa contro lo scambio di parole su Facebook mentre lei, predicatrice, invitava addirittura le sue studentesse a non sedersi al posto dei maschi e ridere davanti a loro, perché in questo vedeva «l'inizio della fornicazione».

IL TENTATIVO DI CORRUZIONE
63 anni, sposato e padre di sette figli, Moulay Omar Benhammad insegna studi islamici alla facoltà di Lettere di Rabat, mentre la 62enne Fatima Nejjar, vedova e madre di sei figli, è una predicatrice molto conosciuta in Marocco grazie ai video educativi pubblicati su YouTube. Entrambi inoltre sono vicepresidenti del Movimento per l’unità e la riforma, associazione di carattere religioso strettamente legata al Pjd, il partito del primo ministro Abdellilah Benkirane. Ebbene, i due formano (non si sa ancora da quanto tempo) una coppia di amanti clandestini abituata a consumare rapporti sessuali nella Mercedes di Benhammad. Questa volta, però, sono stati pizzicata da dei poliziotti che, poi, hanno addirittura provato a corrompere per comprarne il silenzio.

UN MATRIMONIO CONSUETUDINARIO
I due sono stati fermati e poi rilasciati dopo 24 ore, perché la moglie legittima di Behammad ha rinunciato a sporgere querela: per giustificarsi, il docente universitario ha detto che a legarlo a Fatima è un 'matrimonio consuetudinario', una pratica a quanto pare diffusa in Africa, legata a riti ancestrali e al di fuori di tutte le norme che regolano l’unione legale tra uomo e donna. Fatto sta che i due sono stati sospesi dal Mur, che ha sottolineato con un comunicato di respingere totalmente questo tipo di matrimonio, pur «apprezzando il contributo dei due in campo educativo e della predicazione». Che andranno a processo il 1° settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso