23 Agosto Ago 2016 1843 23 agosto 2016

Aveva ispirato i Peanuts

È scomparsa all'età di 87 anni Donna Wold, la musa che ispirò Charles Schulz nel creare la fortunata striscia. Una storia d'amore impossibile come quella di Charlie Brown e la sua ragazza dai capelli rossi.

  • ...
donna wold

Aveva ispirato la ragazzina dai capelli rossi follemente innamorata di Charlie Brown, il celebre personaggio dei Peanuts di Charles Schulz. Ora, quella musa, non c'è più. Donna Wold si è infatti spenta martedì 9 agosto (la notizia è stata diffusa diversi giorni più tardi) all'età di 87 anni. Quei capelli rossi che avevano stregato Schulz avevano lasciato ormai da tempo il posto a una chioma bianca e le rughe solcavano uno sguardo vispo e furbetto come quello del personaggio a lei ispirato.

L'INCONTRO
Del resto quando Schulz la incontrò per la prima volta, Donna era una ventunenne emancipata. Lavorava come contabile nella stessa scuola d'arte di Minneapolis in cui il papà dei Peanuts insegnava. Quello di Schulz fu un vero e proprio colpo di fulmine. Eppure quella ragazza dalla testa rosso fuoco non cedette mai alle avance del futuro fumettista. L'uomo la corteggiò per due lunghi anni e le chiese più volte di sposarlo. Lei, però, non sembrava sentirci da quell'orecchio e scelse un altro uomo: il vigile del fuoco Al Wold, suo ex compagno di scuola media.

PROFONDO DOLORE
Una scelta che spezzò letteralmente il cuore di Schulz. Un dolore che l'artista rovesciò nei suoi disegni. Ecco che nel 1950, lo stesso anno in cui Donna si sposò, su sette quotidiani statunitensi venne pubblicata la prima striscia dei Peanuts. Dovettero passare altri 11 anni da quel giorno prima che Charlie Brown nominasse per la prima volta la ragazzina dai capelli rossi, simbolo di tutti i grandi amori non corrisposti. Donna Wold e Charles Schulz non si incontreranno più nel corso della loro vita. È stata sposata con il suo Al per oltre 65 anni e i due hanno avuto quattro figli insieme e 40 tra nipoti e pronipoti. Due dei quali si chiamano Lucy e Schroeder, proprio in omaggio ai Peanuts.

IL PERSONAGGIO
Schulz decise di non dare mai un nome a quella ragazzina dai capelli rossi. Decise anche di non disegnarla mai. Tutto quello che sappiamo di lei arriva da ciò che Charlie Brown dice di lei ai suoi amici. Un volto le è stato dato solo dalla televisione prima e dal cinema poi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso