11 Agosto Ago 2016 1637 11 agosto 2016

Un tuffo nello scandalo

La tuffatrice brasiliana Ingrid Oliveira caccia la compagna di stanza Giovanna Pedroso per fare un incontro hot con un atleta. E le due litigano durante la gara in diretta tivù.

  • ...
oliveira 1

Se il Comitato Olimpico Internazionale ha distribuito agli atleti 42 preservativi a testa, un motivo ci sarà. Così, non c'è da stupirsi più di tanto se, una volta tanto, è una notizia piccante a prendersi la ribalta di Rio 2016. Protagoniste le due tuffatrici brasiliane Ingrid Oliveira e Giovanna Pedroso, al centro di un piccolo scandalo a luci rosse che si è trascinato addirittura fino alla diretta tivù, nel bel mezzo della gara.

TUTTO PER UNA CAMERA LIBERA
Durante la gara di tuffi sincronizzati dai 10 metri, le due atlete sono state intercettate dalle telecamere nel bel mezzo di un litigio piuttosto acceso. Si è poi scoperto che i motivi del dissidio non erano prettamente tecnici, ma legati a quanto successo in una delle notti precedenti. Ingrid Oliveira, infatti, aveva obbligato la collega a lasciarle la stanza libera per fare sesso, indisturbata, con un altro misterioso atleta. Giovanna Pedroso, che suo malgrado ha dovuto cercarsi un'altra sistemazione, si è lamentata con la federazione. Che, ritrovatasi la patata bollente tra le mani, ha impiegato un po' prima di capire che cosa fare: prima sembrava che Oliveira dovesse essere squalificata, ma poi è stata graziata. Una cosa è certa: la disavventura non ha giovato alle performance delle due atlete. Che in finale si sono classificate solo ultime.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso