10 Agosto Ago 2016 1644 10 agosto 2016

«Vorrei che altri atleti trans si rivedessero in me»

Nato donna, nel 2015 Chris Mosier è entrato a far parte della squadra maschile americana di duathlon. Adesso la Nike lo ha ingaggiato per la sua campagna Unlimited Courage. Ecco il video.

  • ...
chris mosier

Nel 2015 è stato il primo atleta transgender a entrare a far parte della squadra maschile americana di duathlon, che unisce corsa e ciclismo. Ora anche la Nike ha deciso di aggiungerlo alla sua 'scuderia'. Si chiama Chris Mosier, ha 35 anni ed è protagonista di un nuovo spot del noto marchio, incentrato sulla fiducia in sé stessi e sull'importanza di andare avanti nonostante i dubbi e le avversità della vita.

IDENTITÀ RICONOSCIUTA
Lui infatti, nato donna, è riuscito a raggiungere ciò che più desiderava: gareggiare nella categoria che rispecchia la sua identità. Partecipando alla campagna Unlimited Courage della Nike, è diventato anche il primo trans ad apparire in uno spot del noto marchio sportivo.

LO SPORT E L'AMORE
Originario di Chicago, oggi 35enne, dopo aver ottenuto buoni risultati sportivi nelle competizioni femminili ed essersi innamorato della sua attuale moglie, Mosier ha deciso di cambiare sesso, per sentirsi finalmente nel 'corpo giusto'.

L'IMPEGNO
Fondatore del sito Transathletes.com e direttore della rete Go! Athletes riservata alla comunità LGBT, lo sportivo ha sempre voluto combattere in prima persona per l'affermazione dei suoi diritti e della sua identità. Il 24 gennaio 2016, soprattutto grazie al suo impegno, il comitato internazionale olimpico ha deciso che gli atleti transgender possono prendere parte ai Giochi olimpici senza necessità di intervento chirurgico.

L'ESEMPIO
Un esempio, di certo, per tutti i ragazzi che si trovano a vivere una situazione simile. In una recente intervista rilasciata a Rolling Stones, Mosier ha spiegato: «Mi piacerebbe che i giovani atleti trans riuscissero a vedere un po' di loro in me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso