5 Agosto Ago 2016 1755 05 agosto 2016

Lady Trump era una clandestina?

L'ex modella slovena arrivò illegalmente in Usa? Le sue foto senza veli pubblicate dal New York Post contraddicono le ricostruzioni della moglie del candidato repubblicano sul visto: una questione di date.

  • ...
US-ELECTION-VOTE-TRUMP

Galeotte furono le foto osé: gli scatti senza veli di Melania Trump, a meno dei 100 giorni dal voto americano, aprono dubbi sulla legalità del suo arrivo negli Stati Uniti negli Anni '90. A sollevarli sono stati alcuni media americani, incluso il Washington Post e Politico. E se fossero veri getterebbero un'ombra su Donald Trump che ha fatto della lotta all'immigrazione illegale uno dei suoi più forti cavalli di battaglia.
LE DATE APRONO IL CASO
I fatti stanno così: Melania ha più volte ribadito di essere arrivata negli Usa nel 1996 con un visto H-1B e di aver sempre rispettato le norme sull'immigrazione, incluso il rientrare in Slovenia (suo Paese d'origine) periodicamente per rinnovare il visto. Ha anche dichiarato di aver ottenuto la carta verde nel 2001 e di essere diventata cittadina americana nel 2006. Ma le sue foto senza veli - pubblicate in prima pagina dal New York Post, proprietà di Rupert Murdoch e scattate allora per una rivista francese - risalgono al 1995 e sono state scattate a New York, facendo sorgere dubbi su un suo possibile arrivo illegale. Non sarebbero chiare neanche le circostanze in base alle quali ha ricevuto la carta verde.

IL TWEET DI RISPOSTA
Il mistero è alimentato dal silenzio della campagna di Trump, che si limita a ripetere soltanto che «Melania ha rispettato le leggi e ora è un'orgogliosa cittadina americana». Mentre la moglie del magnate americano ha tentato di placare le polemiche via Twitter.
A sollevare sono le dichiarazioni della stessa moglie del candidato repubblicano, che doveva rientrare periodicamente nel suo Paese per il visto. Un'affermazione che non è  in linea con il visto H-1B ma, secondo gli esperti, la sua peculiarità della sua situazione dal punto di vista dell'immigrazione poteva richiederlo. I maggiori dubbi sono sulle foto per il nudo, scattate nel 1995. Gli scatti sono stati effettuati a New York, dove quindi Melania di trovava. Secondo Marc Dolisi, il direttore di Max che ha pubblicato gli scatti, e il fotografo Jarl Ale de Basseville, la signora Trump non è stata pagata per il servizio. Un elemento determinante, questo: se fosse stata retribuita senza avere un visto di lavoro avrebbe infranto la legge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso