2 Agosto Ago 2016 1414 02 agosto 2016

La battagli di Kesha continua a New York

Dopo aver ritirato in California le accuse di molestie nei confronti di Dr. Luke, su Twitter la cantante ha annunciato di voler proseguire l'iter processuale nei tribunali della Grande Mela.

  • ...
kesha

«La mia lotta continua. Ho però bisogno che la mia arte esca fuori». Parole e musica di Kesha che su Twitter ha comunicato al mondo di aver ridotto le azioni legali contro Lukasz Gottwald. Il super producer Dr. Luke era statoinfattiaccusato dalla stessa cantante di violenza sessuale. Accuse che avevano scioccato il mondo dello showbiz senza però trovare troppi riscontri in tribunale. E nonostante Kesha stia continuando a proseguire con gli appelli nello stato di New York, dove il giudice ha respinto le accuse di violenza sessuale ad aprile 2016, la pop star ha deciso di lasciare cadere le accuse in California.


NESSUNA PRESSIONE
«Kesha ha terminato le azioni legali in California senza alcun tipo di opinione preconcetta. Le sue rivendicazioni continuano nello stato di New York», ha detto l'avvocato della cantante Daniel Petrocelli. «Ora vuole tornare a lavorare e ha presentato 28 nuovi brani alla sua etichetta discografica. Abbiamo trasmesso a Sony un forte desiderio di ricominciare e far uscire un nuovo album al più presto», ha aggiunto.

CON LUI MAI PIÙ
La speranza della pop star è di terminare il contratto che la lega alla KMI, società di Dr. Luke. Anche perché, da quando nel 2014 ha presentato la denuncia di stupro, la sua carriera si è bruscamente interrotta. Ora, come annunciato sui social, Kesha ha tutta l'intenzione di ritornare sul palcoscenico. Si legge anche in questo senso la decisione di ritirare le accuse in California. Il tutto nella speranza che la Sony e KMI riconoscano che sarebbe meglio per tutte le parti se l'artista ricominciasse a lavorare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso