29 Luglio Lug 2016 1900 29 luglio 2016

«Faccio la pornostar e prego Allah»

È stata bandita dal Pakistan per aver recitato in un film per adulti mentre indossava il velo. L'attrice del mondo hard Nadia Ali si racconta in una video intervista e parla del suo rapporto con la religione e coi genitori.

  • ...
nadia-ali

Conciliare lavoro e religione? È la difficile sfida di Nadia Ali, 25enne pakistana che è stata bandita dal suo Paese dopo aver girato un film per adulti indossando il velo durante le scene di sesso. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla nuova star del porno.

PRIMA BALLERINA, POI ATTRICE HARD
Nadia si è avvicinata al mondo dell'hard nel 2014 grazie a un lavoro come ballerina. È diventata poi un'escort e infine una porno star. Ma la relazione tra lavoro e religione non è di certo facile per la giovane. Ha infatti dichiarato che vive quotidianamente un conflitto interiore.

VUOLE ELIMINARE I PREGIUDIZI
Ma Nadia non vuole solo sdoganare l'immagine che tutti hanno di una ragazza musulmana in hijab. La sua missione è portare alla luce questioni che in Pakistan non vengono ancora trattate, come le relazioni lesbo. La giovane ha infatti preso parte a Women of the Middle East, film così controverso da avere una battuta che recita: «Questo potrebbe essere proprio quello che c'è nella collezione porno di Bin Laden».

«RIMANGO UNA MUSULMANA PRATICANTE»
In un'intervista video Nadia ha ribadito la sua fede: «Sono una musulmana praticante. Certo, sento dei conflitti tra il mio credo e la mia vita di tutti i giorni, ma non succede a tutti? Pratico l'Islam e voglio continuare a farlo. So che uno dei più grandi peccati è l'adulterio e che avendolo fatto più volte al giorno quando ero una escort non sarò perdonata. Ne sono consapevole, ma voglio comunque continuare a pregare».

HA UN BUON RAPPORTO COI GENITORI
Anche se i suoi genitori preferirebbero che la figlia si dedicasse ad altro, Nadia ha confidato che capiscono le motivazioni dietro il suo gesto. «Ho davvero un'ottima relazione con mia madre e mio padre, sono molto aperta con loro».

NADIA RISPONDE ALLE CRITICHE
Non sono ovviamente mancate le critiche. Ma Nadia ha più volte ribadito di non avere nessuna intenzione di danneggiare la sua cultura e che il suo gesto ha lo scopo di «vivere più apertamente la sessualità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso