6 Luglio Lug 2016 1326 06 luglio 2016

Bacialo adesso

Il 6 luglio è il World Kissing Day. Ecco tutto quello che bisogna sapere sulla giornata istituita nel 1990 in Gran Bretagna. Nella gallery i baci che hanno fatto la storia dello sport: dal 1930 a Euro 2016.

  • ...
caniggia bacia maradona

Ci sono tanti, diversi tipi di baci: desiderati, mancati, cercati. Quelli rubati, di addio e di benvenuto. C'è il bacio dato alle mamme, agli amici, ai fidanzati e parenti. È il gesto più intimo e significativo che abbiamo per esprimere emozioni ed è giusto celebrarlo. Per questo nel 1990, in Inghilterra hanno istituito il World Kissing Day che viene celebrato ogni anno il 6 luglio.

C'È CHI HA RESISTITO 58 ORE
Ma il bacio è anche competizione. Esiste infatti una gara che premia quello dalla maggior durata. Il primo record l'ha conquistato nel 2005 una coppia inglese che ha resistito ben 31 ore e 30 minuti. Il giorno di San Valentino di quattro anni dopo però sono stati battuti da due innamorati tedeschi. Ma nel 2013 c'è stato chi ha resistito di più: loro sono thailandesi e sono riusciti a mantenere le labbra unite per ben 58 ore, 35 minuti e 58 secondi. Insomma un allenamento sfiancante perchè, come spiega la scienza, ogni volta che baciamo qualcuno muoviamo ben 29 muscoli facciali, stimoliamo la produzione di endorfine e bruciamo più di 20 calorie.

BACI A TUTTO SPORT
Per celebrare il World Kissing Day vi proponiamo tutti quei baci che hanno fatto o faranno la storia dello sport. Dal 1952 quando l'atleta ceco Emil Zátopek baciò la moglie Dana dopo aver vinto la medaglia d'oro nei 5mila metri alle olimpiadi di Helsinki, al primo bacio omosessuale dato in una competizione sportiva trasmesso dalla tivù americana. Fino a Euro2016, con quello dato da Antonio Conte alla moglie dopo la vittoria contro la Spagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso