28 Giugno Giu 2016 1517 28 giugno 2016

Reginette con svastica e smartphone

Si chiama Miss Hitler 2016 ed è il farneticante concorso per eleggere la più bella neonazista del mondo. In molte hanno così posato col braccio alzato esprimendo il loro amore per il Führer.

  • ...
NINTCHDBPICT000247943987

Non ci sono dubbi, quello di Miss Hitler 2016 è il concorso di bellezza tra i più controversi al mondo. E non solo perché è dedicato a tutte le donne che si dichiarano naziste e professano il loro amore nei confronti di Adolf Hitler. Oltre alla loro avvenenza, infatti, le giovani candidate al titolo devono dimostrare il loro amore e la loro fedeltà alle idee del Terzo Reich. Ecco allora le aspiranti Miss posare e scattare selfie mentre fanno il saluto romano o fasciate da bandiere con simboli neonazisti.

IDENTITÀ PROTETTE
«Abbiamo organizzato questo concorso per dare alle nostre ragazze la possibilità di esprimere le proprie convinzioni e condividere le loro motivazioni per abbracciare il nazionalsocialismo», si legge sul sito che ha ideato il concorso. «Speriamo che Miss Hitler 2016 possa garantire una visione unica del nostro movimento per sfidare i preconcetti legati all'estrema destra». Parole farneticanti che però sembrano avere un nutrito seguito. Uno stravolgimento della realtà storica che risulta essere pericolosa. Perché oltre alle foto, le concorrenti esprimono sul web le loro folli idee. Come per esempio assassinare Angela Merkel per aver aperto le porte della Germania ai migranti che fuggivano dalla guerra o dal terrore dell'Isis. Anche per questo, viste le spinose tematiche, il sito promette l'anonimato per tutte le partecipanti che posano rigorosamente con i volti coperti.

COMMENTI
«Metterei a ferro e fuoco l'intera Europa, perché zeppa di traditori e degenerati», commenta Lady Lolocaust il cui nickname è da brividi. Eva Bin Gassin invece attacca gli omosessuali: «Ho definito i gay lerciume. Come altri nazionalsocialisti ho sacrificato amici e famiglia per i miei valori». C'è invece chi considera i nazionalsocialisti «gli ultimi uomini al mondo portatrici di sani valori» e chi nega con fermezza l'esistenza dell'olocausto. Discorsi alienanti che si uniscono all'aumento dell'odio raziale e xenofobo che sta attanagliando il mondo intero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso